QR code per la pagina originale

Facebook utilizzerà Office 365

Microsoft stringe un accordo con Facebook; il social network adotterà Office 365 per le sue attività e per migliorare la produttività dei dipendenti.

,

Al WPC 2016, Microsoft ha annunciato che Facebook utilizzerà Office 365. Il social network vede, infatti, la suite per la produttività della casa di Redmond come lo strumento migliore per aiutare i propri 13.000 dipendenti ad essere più efficienti e più produttivi. Facebook si unisce a Cushman e Wakefield, Atkins ed a molti altri clienti aziendali che utilizzano Office 365 per gestire tutte le loro esigenze di business.

Non sono noti, tuttavia, i termini dell’accordo, cioè come sarà strutturato il pacchetto di Office 365 che Facebook implementerà per i suoi dipendenti e soprattutto quanto il social network pagherà a Microsoft. Per Facebook, dunque, Office 365 offre funzionalità di Word, Excel e PowerPoint che sono difficili da replicare. Delve, utilizzando Microsoft Graph, porta ad un nuovo livello la collaborazione offrendo ulteriori approfondimenti su come i dipendenti lavorano assieme. Le analisi personali, e altre caratteristiche come “Focused Inbox”, aiutano a creare una maggiore efficacia sul posto di lavoro.

Il social network si dice anche estremamente entusiasta di come si possa sfruttare Microsoft Graph all’interno delle loro infrastrutture. Ciò aiuterà i dipendenti a trovare tutte le informazioni che sono più rilevanti per loro.

Facebook, inoltre, evidenzia la continua innovazione che Microsoft porta all’interno di Office 365. Questo significa, per loro, che non stanno comprando una semplice suite per la produttività ma soprattutto tutta una serie di nuovi servizi di valore aggiunto che arriveranno in futuro e che aiuteranno a migliorare la produttività aziendale.

Per Microsoft arriva, dunque, un nuovo cliente aziendale molto importante che permette alla sua suite Office 365 di fare quel salto qualitativo d’immagine che cercava da tempo. Oggi, dunque, Office 365 diventa il baricentro della produttività di una delle più grandi aziende dell’era di internet.

Commenta e partecipa alle discussioni