QR code per la pagina originale

Solar Impulse 2 atterra in Egitto, patria di Ra

Solar Impulse 2 è arrivato in Egitto, dopo aver completato la penultima tappa del giro del mondo che terminerà ad Abu Dhabi, dove è iniziato un anno fa.

,

Il giro del mondo ad energia solare è quasi terminato. Questa mattina, il pilota André Borschberg ha effettuato il suo ultimo atterraggio all’aeroporto del Cairo in Egitto, completando così la 16esima tappa iniziata l’11 luglio con il decollo da Siviglia in Spagna. La 17esima e ultima tappa avrà come destinazione Abu Dhabi, dove l’impresa è cominciata a marzo 2015. Il secondo pilota, Bertrand Piccard, guiderà Solar Impulse 2 fino alla capitale degli Emirati Arabi Uniti.

Durante i 3.745 Km percorsi dall’aereo, Borschberg ha sorvolato diversi luoghi che uniscono simbolicamente le moderne tecnologie con la storia antica. Il pilota ha infatti osservato dall’alto GemaSolar, il primo impianto solare in grado di produrre energia elettrica giorno e notte. Dopo aver sorvolato il mare Mediterraneo, Algeria, Tunisia, Sicilia, Malta e Grecia, il velivolo ha raggiunto l’Egitto, dove è avvenuto l’incontro con le Piramidi di Giza. Piccard ha dichiarato che Solar Impulse è profondamente legato all’Egitto, un paese che migliaia di anni fa ha venerato il dio sole Ra.

Il volo da Siviglia al Cairo è durato esattamente due giorni, due ore e 50 minuti. Durante il percorso sono stati prodotti 808 kWh con le 17.000 celle fotovoltaiche che ricoprono le ali lunghe 72 metri. Finora sono stati coperti oltre 40.000 Km con 16 tappe, durante una delle quali (Nagoya-Hawaii) è stato battuto il record del mondo in solitaria.

Toccherà ora al pilota Bertrand Piccard completare il giro del mondo con la tappa Cairo-Abu Dhabi. Come sempre, la data del decollo è ignota, in quanto tutto dipende dalle condizioni atmosferiche. L’arrivo alla meta finale del viaggio è previsto tra il 15 e 20 luglio.

Fonte: Solar Impulse • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni