QR code per la pagina originale

Visa, i consumatori pronti ai pagamenti biometrici

Secondo una recente ricerca di Visa, due terzi dei consumatori europei sono propensi a utilizzare la biometria nell’effettuare i pagamenti.

,

Secondo una recente ricerca di Visa, i consumatori europei sono oramai pronti all’utilizzo della biometria nei sistemi di pagamento soprattutto al fine di migliorarne la sicurezza. Circa tre quarti della popolazione europea ritiene l’autenticazione a due fattori, cioè nei casi in cui un parametro biometrico è utilizzato in combinazione a un dispositivo di pagamento fisico, un metodo sicuro per autenticare il titolare al momento del pagamento. L’autenticazione a due fattori implica un qualcosa che si ha, come una carta o un telefonino; un qualcosa che si è, come un parametro biometrico; oppure qualcosa che si sa, come un PIN o una password. Oltre due terzi dei consumatori, 68%, desiderano usare soluzioni biometriche per l’autenticazione nei pagamenti per lo shopping sia a casa che in giro per negozi.

La quota di consumatori propensi alle tecnologie di biometria sale al 74% in Italia, la più alta registrata in Europa. Per gli esercenti online, in particolare, questa è un’opportunità da cogliere tempestivamente, considerando che il 31% dei consumatori ha abbandonato l’acquisto online a causa del processo di sicurezza del pagamento. La ricerca, con uno studio condotto su oltre 14mila consumatori europei, rivela che la familiarità e la conoscenza delle forme di biometria sono fattori fondamentali per il progresso in questa direzione. Con il sopraggiungere dei pagamenti tramite dispositivi mobili, il riconoscimento delle impronte digitali sembra essere il metodo biometrico più promettente per la sua facilità di utilizzo e la sicurezza oltre la metà dei consumatori (53%) dichiara di prediligere le impronte digitali.

Propensione all'utilizzo dei sistemi biometrici

Propensione all’utilizzo dei sistemi biometrici

Oltre due terzi dei consumatori (67%) riconosce l’importanza dei dettagli di sicurezza per proteggere la propria identità: è auspicabile dunque che le nuove forme di autenticazione debbano raggiungere un equilibrio tra velocità dell’operazione e sicurezza. La ricerca ha rilevato, infatti, che l’autenticazione biometrica è considerata importante in egual misura sia negli acquisti face-to-face, quando cioè efficienza e velocità sono prioritarie, sia nelle transazioni online.

Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni