QR code per la pagina originale

Razer svilupperà un chat app per Pokémon GO

RazerGo è un servizio di chat in-game per il gioco Pokémon GO, disponibile già in versione web, che arriverà presto anche su iOS e Android.

,

Da circa due settimane, milioni di persone sono a caccia di pokémon con il gioco mobile sviluppato da Niantic Labs. Quando si raggiunge il livello 5 di Pokémon GO, gli utenti devono scegliere un team composto dagli allenatori che dovranno difendere o conquistare le palestre. Potrebbe quindi tornare utile l’app di messaggistica che svilupperà Razer, noto produttore di computer e accessori per videogiocatori.

La versione web di RazerGo è già attiva da qualche ora, ma un’app per smartphone è sicuramente la scelta migliore. Le versioni per iOS e Android dovrebbero essere disponibili sui rispettivi store entro il 25 luglio, dopo la consueta approvazione da parte di Apple e Google. Il servizio di messaggistica è ovviamente basato sulla geolocalizzazione, in modo analogo al popolare gioco. È possibile circoscrivere la ricerca degli altri allenatori in un raggio di 5, 100 e 1000 Km. La prima opzione è chiaramente quella più adatta alla maggioranza degli utenti.

RazerGo offrirà funzionalità simili a quelle di altre chat in-game. Sarà quindi possibile scrivere messaggi visibili a tutti, messaggi privati (one-to-one) e messaggi indirizzati solo ai membri del proprio team (indicati sulla mappa con i rispettivi colori: giallo, blu e rosso). Quest’ultima sarà la scelta preferita dai giocatori che vogliono conquistare una palestra in cui allenare i propri mostriciattoli. L’accesso al servizio richiederà un Razer ID.

Galleria di immagini: Pokémon Go: le foto

L’idea di Razer non è tuttavia originale. Uno sviluppatore indipendente, Jonathan Zarra, ha infatti realizzato GoChat per iOS e Android. L’app permette di inviare messaggi diretti agli allenatori nelle vicinanze e di condividere specifiche posizioni (ad esempio, dove si trovano pokémon e palestre). A causa dell’inatteso successo, Zarra ha avuto “problemi di traffico”, ma la situazione è in miglioramento. Razer possiede già l’infrastruttura adatta, per cui non dovrebbe incorrere in simili inconvenienti.

Fonte: The Verge • Immagine: amirraizat via Shutterstock • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni