QR code per la pagina originale

Microsoft: login almeno ogni 5 anni su Xbox Live

Microsoft ha aggiornato il suo Services Agreement inserendo alcune modifiche sull'utilizzo dei software e dei servizi offerti dalla società.

,

Microsoft ha aggiornato il suo “Services Agreement” che regola l’utilizzo del software e dei servizi della società. La casa di Redmond ha apportato diverse modifiche che toccano servizi come Xbox Live, Skype, Microsoft OneDrive, Windows Store e tanti altri. La società ha anche modificato la sezione dedicata al “Codice di Condotta” per frenare l’utilizzo dei suoi servizi con fini di azioni di terrorismo, dando corso a quanto dichiarato in passato su questi delicati argomenti. Codice di Condotta che, adesso, si applica pure agli utenti Xbox Live.

Sempre per quanto concerne Xbox Live, Microsoft ha inserito una nuova modifica nel suo “Services Agreement” che specifica che gli utenti dovranno accedere almeno una volta ogni 5 anni a Xbox Live per poter mantenere attivo il loro gamertag. Nel caso in cui l’account venisse compromesso, l’azienda è anche autorizzata a disattivarlo. La società ha anche fatto diversi cambiamenti ai termini di pagamento per gli utenti che risiedono in alcuni paesi tra cui China, Taiwan e Hong Kong. La casa di Redmond ha anche aggiunto che su Xbox Live, che nei Microsoft Studios Games e nella sezione delle applicazioni, se concesso dalle impostazioni della privacy, la società può pubblicare il nome, il gamertag ed altri dettagli degli utenti che hanno giocato a quel titolo.

Inoltre, Microsoft ha aggiunto una nuova sezione per i servizi di messaggistica di gruppo, Bing Luoghi, Microsoft Band, Microsoft Salute e Microsoft Onedrive. L’azienda ha anche introdotto nuove sezioni per Skype Manager e servizi GroupMe. Inoltre, Microsoft ha aggiornato il suo programma Rewards con alcune modifiche. Per esempio, gli utenti devono accedervi almeno una volta in un periodo di 180 giorni per mantenere l’account.

La società ha fatto alcune altre modifiche minori. Per esempio, per coloro che vivono negli Stati Uniti, il gigante di Redmond ha fatto alcune modifiche alla sezione “Arbitration and Class Action Waiver” per cambiare il destinatario per l’invio di comunicazioni all’azienda.

Fonte: WinBeta • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni