QR code per la pagina originale

Banda larga, Eolo insieme a Rai Way

Ray Way ha rinnovato l'accordo con EOLO per l'utilizzo dei tralicci ripetitori RAI per offrire connettività a banda larga nelle aree digital divise.

,

Rai Way e EOLO hanno rinnovato l’accordo per l’erogazione di servizi EOLO di connettività internet a banda ultralarga dai siti Rai Way: la partnership, con durata di sei anni, darà una nuova spinta al roll-out della rete EOLO e, di conseguenza, allo sviluppo della banda ultralarga in Italia. EOLO, grazie alla rete capillare di tralicci e postazioni messa a disposizione da Rai Way, porterà connettività ad oltre 30 Mbps nei comuni delle aree più difficili dell’Italia, quelle dei così detto cluster C e D del Piano del Governo, confermando il ruolo da protagonista giocato in questi anni nel superamento del digital divide.

L’ospitalità di postazioni EOLO non comporta per Rai Way investimenti incrementali e risulta in linea con gli obiettivi definiti nel Piano Industriale 2015-2019. Grazie al rinnovo di questo accordo, la rete wireless di EOLO potrà continuare a crescere migliorando la sua penetrazione sul territorio ed offrendo, così, servizi a banda ultralarga di valore aggiunto di maggiore qualità ed in grado di arrivare laddove le normali rete via cavo non arrivano favorendo l’abbattimento del così detto digitale divide. Grande soddisfazione da parte di Luca Spada, Presidente e fondatore di EOLO per l’accordo raggiunto che al riguardo afferma:

Rai Way, una delle aziende italiane leader per know-how e infrastrutture tecniche, rappresenta un partner fondamentale per la nostra la nostra azienda da sempre impegnata nell’espansione dell’infrastruttura digitale anche nelle aree più difficili del Paese, ovvero quelle in cui gli altri operatori non investono. Le sinergie derivanti dalla partnership con Rai Way costituiranno un beneficio per i cittadini delle aree più difficile del paese che vogliano dotarsi di una rete a banda larga ultraveloce.

Fonte: Rai Way • Immagine: L'Huffington Post • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni
  • 02/08/2016 alle 20:30 #582607

    Massimo
    Membro

    Molto meglio investire i nostri soldi per collegare tutti i cittadini in banda a 30 mega, piuttosto che nella rete a 1 giga che non serve quasi a nessuno. Peccato solo che questa iniziativa venga dall’odiato carrozzone RAI, che noi tutti paghiamo profumatamente per mantenere tutti i raccomandati di tutti i partiti politici. Adesso avranno anche la faccia tosta di dire che la RAI serve a qualcosa.