QR code per la pagina originale

Pokémon GO a quota 100 milioni di download

Pokémon GO potrebbe aver raggiunto i 100 milioni di download, per guadagni da 10 milioni di dollari al giorno: è quanto spiega la società App Annie.

,

La mania per Pokémon GO, l’applicazione mobile ideata per unire la ricerca di animaletti in pixel con la realtà aumentata, non subisce alcuna battuta d’arresto. A seguito del raggiungimento dell’incredibile traguardo di 75 milioni di download pochi giorni fa, un nuovo record potrebbe essere stato segnato dal gioco: secondo i dati pubblicati da una società d’analisi terza, il software di Niantic potrebbe aver già raggiunto l’incredibile cifra di 100 milioni di download. Se così fosse, si tratterebbe del record storico di un’app su qualsiasi piattaforma di distribuzione.

L’analisi in questione è stata resa nota da App Annie, società che studia l’andamento delle applicazioni mobile sui relativi store. Secondo quanto riportato, Pokémon GO potrebbe aver già raggiunto quota 100 milioni di download, a cui si aggiungerebbero guadagni anche da 10 milioni di dollari al giorno. Un dato che sembra essere coerente con quello di altre analisi analoghe, le quali hanno ipotizzato che dal gioco i principali distributori, ovvero App Store e Google Play, potranno trarre un vantaggio quantificabile in 3 miliardi di dollari nell’arco di tempo di poco più di un anno.

Oltre all’analisi economica, però, emerge un elemento altrettanto interessante. L’incredibile popolarità di Pokémon GO, infatti, non starebbe andando a detrimento di altre applicazioni sui negozi virtuali per iOS e Android, bensì starebbe spingendo l’intero mercato. App Annie sottolinea come vi sia stato un breve rallentamento per le altre top app solo nei primi giorni di disponibilità del software di Niantic, per poi tornare rapidamente ai livelli di pre-release. Una tendenza rilevata anche con il posticipato lancio in Giappone, dove i Pokémon sono ampiamente radicati nella cultura pop locale, con meno del 5% di variazione per gli altri titoli in 10 giorni di rilevazione. Non un fatto che sorprende, in realtà, poiché Pokémon GO richiede all’utente di partecipare attivamente al gioco, spostandosi per la città, quindi è molto probabile che negli altri momenti della giornata i giocatori preferiscano altri titoli, accessibili anche comodamente dalla poltrona.

Nel frattempo, non è dato sapere se il recente update proposto da Niantic possa avere un impatto sui ritmi di download. L’aggiornamento, pensato per limitare l’accesso alle terze parti non autorizzate e dotato di cambiamenti importanti al gameplay, quali l’eliminazione del servizio di tracking interno per i Pokémon, ha generato infatti forti polemiche fra i giocatori.

Galleria di immagini: Pokémon Go: le foto

Commenta e partecipa alle discussioni