QR code per la pagina originale

4G ad alta velocità per i servizi ferroviari

Ericsson ha testato la validità delle reti 4G LTE anche in movimento con velocità sino a 200 Km/h per un loro utilizzo per i servizi ferroviari.

,

Un luogo comune è che le reti mobile, 3G, 4G…, perdano efficienza al crescere della velocità. Ericsson e Bombardier hanno voluto testare le prestazioni delle reti LTE per verificare la capacità di utilizzo di questa tecnologia di connettività per supportare sia il sistema di controllo automatico del traffico ferroviario basato sulla comunicazione continua tra treno e computer destinati al controllo, che soluzioni multiservizio.

Dunque, le due società hanno completato una serie di sperimentazioni delle reti LTE per soluzioni ferroviarie, ad una velocità simulata che ha raggiunto i 200 km all’ora. Sono stati condotti un totale di 11 test in laboratorio, per determinare la capacità delle reti LTE di supportare sia il sistema di controllo automatico del traffico ferroviario basato sulla comunicazione continua tra treno e computer destinati al controllo (communications-based train control CBTC), che soluzioni multiservizio come ad esempio le televisioni a circuito chiuso (TVCC), i servizi di chiamata, le piattaforme informative, la pubblicità e la copertura WiFi per i passeggeri.

Il CBTC utilizza un sistema di localizzazione estremamente preciso e comunicazioni dati ad alta capacità, come quelle abilitate dalle reti LTE, per supportare le funzioni automatiche di protezione, supervisione e gestione dei treni. Beneficiando di informazioni più accurate riguardo l’esatta posizione dei treni, gli operatori hanno la possibilità di dirigere il traffico in maniera più efficiente e sicura. I sistemi CBTC sono inoltre più affidabili dei precedenti sistemi di controllo dei treni, necessitano di un minor numero di attrezzature, hanno funzioni di ridondanza incorporate e consentono agli operatori di fare un utilizzo ottimale di binari e treni, rispondendo alle richieste più rapidamente ed efficientemente.

Durante i test CBTC, le reti LTE hanno raggiunto latenze in uplink e downlink decisamente al di sotto della soglia dei 100 millisecondi e una perdita di pacchetti quasi nulla (tutti i risultati sotto lo 0,5% sono stati considerati positivi). La funzione Quality of Service, inserita all’interno dell’attrezzatura Ericsson, ha inoltre permesso una migliore gestione delle priorità dei servizi ferroviari più critici.

I test condotti, dunque, hanno dimostrato l’efficacia delle reti LTE anche in condizioni limite risultando particolarmente efficaci per realizzare solide infrastrutture per i servizi ferroviari.

Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni