QR code per la pagina originale

Facebook aggira i filtri anti pubblicità

Facebook ha trovato un modo per aggirare i filtri anti pubblicità per inoculare i suoi annunci; gli iscritti avranno maggiore controllo sulle pubblicità.

,

Facebook ha trovato un modo per visualizzare gli annunci pubblicitari anche qualora gli utenti utilizzino un qualche sistema di blocco della pubblicità. All’interno di un nuovo post sul suo blog ufficiale, Facebook afferma, in buona sostanza, che la pubblicità inoculata all’interno della sua piattaforma non è così fastidiosa come quella presenta in altri portali ed è essenziale per la sua sopravvivenza e che quindi forzerà la sua presenza aggirando i sistemi di blocco della pubblicità.

La posizione di Facebook non è ingiustificata visto che offre un servizio totalmente gratuito che si appoggia totalmente sulla pubblicità. Tuttavia questa scelta sicuramente non piacerà a tutti coloro che utilizzano sistemi per il blocco della pubblicità e che giudicano i messaggi pubblicitari all’interno dei portali fastidiosi e noiosi. Per cercare di trovare un equilibrio, Facebook concederà agli utenti maggiore controllo sugli annunci presenti all’interno della piattaforma. Il social network offrirà ai suoi iscritti la possibilità di bloccare gli annunci che arrivano da specifiche aziende o che riguardano precise tematiche. In questo modo Facebook pensa di poter aiutare gli utenti a rimuovere la pubblicità che non desiderano ricevere lasciando visibile solo quella meno fastidiosa. In altri termini, il social network sta tentando di creare una sorta di messaggi pubblicitari personalizzati per i suoi utenti.

Non è ancora ben chiaro come Facebook possa riuscire ad aggirare i filtri della pubblicità offerti da molte software house e soprattutto se sarà in grado di farlo per sempre. Il dato reale, comunque, è che Facebook ha bisogno della pubblicità per sopravvivere ed intende forzarla all’interno della piattaforma in tutti i modi. Pregevole, comunque, la possibilità che sarà offerta agli iscritti di avere maggiore controllo sulle inserzioni che potranno visualizzare ma sicuramente la scelta del social network sarà fonte di polemiche e di proteste soprattutto da parte di chi odia le pubblicità ed usufruisce di filtri per gli annunci indesiderati.

Fonte: Facebook • Via: The Verge • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni
  • 11/08/2016 alle 08:39 #585193

    pietro46
    Membro

    Ecco perchè non uso FB. Devono essere LORO a decidere che la LORO pubblicità non è fastidiosa per me. Pur essendo uno dei primissimi a giocarsela in rete (70 anni) evito il mondo social come la peste. Sì uso ancora la vecchia e-mail con le persone che ritengo degne della mia attenzione. Ho limitato da tempo l’accesso a FB per quei pochissimi casi che meritano la mia attenzione (informazioni su progresso progetti per lo più) ma ne esco al volo. Oggi come oggi detesto ogni forma di contatto pubblicitario: li vedo come quegli ambulanti da spiaggia, insistenti, inopportuni e scoccianti al massimo. Prontissimo a lasciare il web, nel caso la situazione peggiori.