QR code per la pagina originale

Prisma per iOS funziona anche offline

Prisma 2.4 per iOS consente di applicare circa la metà dei filtri senza connessione Internet. La software house russa ha spostato sullo smartphone l'elaborazione tramite reti neurali. I calcoli richiedono circa sei secondi sull'iPhone 6s.

,

Oltre un miliardo di foto trasformate in opere d’arte e oltre 50 milioni di download. Questi sono i numeri che testimoniano il grande successo ottenuto da Prisma, l’app fotografica disponibile su iOS da giugno e su Android da luglio. L’azienda russa ha ora annunciato un’importante novità per gli utenti che usano l’iPhone: i filtri possono essere applicati senza connessione ad Internet, in quanto l’elaborazione avviene offline.

Prisma effettua il caricamento delle foto sui server dell’azienda perché l’elaborazione tramite le reti neurali, necessaria per l’applicazione dei filtri, richiede un’elevata potenza di calcolo. A fine luglio, lo sviluppatore Alexey Moiseenkov aveva dichiarato che gli smartphone attuali non integrare una GPU in grado di gestire questa mole di dati. Non è chiaro quale “trucco” sia stato implementato, ma ora 16 filtri possono essere applicati offline. Gli altri verranno aggiunti in seguito, così come il supporto per Android.

Il tempo necessario per l’elaborazione viene ridotto a circa 6 secondi (la durata effettiva dipende dallo smartphone) e gli utenti possono risparmiare preziosi MB di dati. L’uso dei filtri senza connessione Internet comporta anche benefici lato server. La software house russa ha infatti risolto i problemi di “over capacity” che hanno obbligato Prisma alla rimozione di alcuni stili. Inoltre, la capacità dei server verrà sfruttata per l’applicazione dei filtri ai video.

Nella versione 2.4 di Prisma per iOS sono stati introdotti gli stili “Philanthropic”. Scegliendo, ad esempio, il filtro Love, l’utente potrà donare un dollaro in beneficenza.

Fonte: Engadget • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni