QR code per la pagina originale

Parrot Pot, il vaso smart che annaffia le piante

Non solo droni per il catalogo di Parrot: l'azienda francese lancia Pot, un vaso smart in grado di annaffiare le piante autonomamente, in maniera ottimale.

,

C’è chi ha il pollice verde e chi no. Tutti coloro che rientrano in questa seconda categoria sono per ovvie ragioni portati a non avere piante in casa, poiché rischierebbero di far fare loro una brutta fine in breve tempo. Un possibile rimedio arriva dalla tecnologia, come dimostra Parrot Pot. Si tratta di un vaso smart in grado di annaffiare in completa autonomia, con il giusto quantitativo d’acqua e nei momenti corretti.

Il prodotto analizza inoltre alcuni parametri di crescita fornendo consigli su come curare al meglio la pianta, basandosi sulle informazioni contenute in un database che raccoglie oltre 8.000 specie. Si connette allo smartphone o al tablet attraverso il modulo Bluetooth integrato, dialogando con l’applicazione Flower Power. Può essere posizionato sia all’interno dell’abitazione che all’esterno, in quanto resiste a pioggia, caldo e freddo (da -5° a +55° C), è dotato di un serbatoio da 2,2 litri e sfrutta quattro beccucci separati tra di loro per l’irrigazione. Così Henri Seydoux, fondatore e CEO di Parrot, spiega l’input che ha portato alla progettazione di Pot.

Da diversi anni Parrot è impegnata a conoscere sempre di più il mondo delle piante e a comprendere come utilizzare i sensori per anticiparne le esigenze. Troppo spesso, infatti, preferiamo evitare di circondarci di piante per timore che possano morire o non le acquistiamo del tutto perché non le conosciamo o le riteniamo troppo delicate. Parrot Pot è la risposta a questi timori. I suoi sensori e il suo sistema di irrigazione intelligente, uniti al database che abbiamo costruito con botanici e scienziati, permettono di gestire e prendersi perfettamente cura delle proprie piante, sia che queste siano molto sensibili a un’eccessiva o a una scarsa dose di acqua.

Quattro le modalità di funzionamento da impostare: Perfect Drop per gestire l’operazione di annaffiatura in maniera completamente automatica, Plant Sitter da selezionare quando si va in vacanza e si sta lontani da casa per molto tempo, Custom se si desidera regolare manualmente il livello di umidità di pianta o terriccio e Manual per chi vuole gestire tutto manualmente. Non mancano poi i sensori che forniscono informazioni su umidità del terreno, fertilizzante, temperatura ambientale e intensità della luce.

Parrot Pot è disponibile sul mercato a partire da questo mese in tre colorazioni (ardesia, mattone e porcellana), al prezzo di 149,90 euro.

Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni