QR code per la pagina originale

Evento Apple: cosa attendersi da iPhone 7

In attesa dell'evento Apple di questa sera, ecco tutte le indiscrezioni più credibili emerse sul conto della linea degli iPhone 7, successori di iPhone 6S.

,

Il momento è finalmente arrivato: questa sera, alle 19 del fuso italiano, Apple svelerà tutte le novità relative alla linea degli iPhone 7, con un evento di lancio presso il Bill Graham Civic Auditorium di San Francisco. Molto si è detto sul fronte degli smartphone nelle ultime settimane, tra varie conferme e altrettante smentite. Cosa attendersi, allora, dal device che verrà lanciato tra pochissime ore?

Tutto sembra essere ormai emerso sul fronte di iPhone 7, sebbene le conferme ufficiali non arriveranno prima di questa sera. Si è parlato diffusamente del design, delle caratteristiche hardware, nonché di alcune illustri mancanze, come quella relativa all’eliminazione del jack delle cuffie da 3.5 pollici. Di seguito, una raccolta dei rumor giudicati affidabili, per rendere l’attesa meno snervante.

Sul fronte dell’estetica, i nuovi iPhone 7 non dovrebbero discostarsi particolarmente dai precedenti iPhone 6S, tanto che alcuni analisti hanno sollevato l’ipotesi i device possano addirittura chiamarsi iPhone 6SE. Medesime le forme e le dimensioni, con la stessa suddivisione dello schermo nelle versioni da 4.7 e 5.5 pollici, così come lo spessore. A cambiare, tuttavia, sarà la disposizione posteriore delle barre per le antenne, ora meno ingombranti, così come l’eliminazione del jack per le cuffie, per permettere l’alloggiamento di una coppia di speaker stereo. Verranno forse introdotti nuovi colori, due versioni di nero ufficiosamente ribattezzate “Dark Black” e “Piano Black”.

Più importanti, invece, potrebbero essere le novità sul fronte dell’hardware. I nuovi iPhone 7 potrebbero essere equipaggiati con un processore dual-core A10, abbinato a un coprocessore di movimento M10, capace di raggiungere i 2.4 GHz di frequenza. La RAM, invece, sarà di 2 GB per il modello da 4.7 pollici e da 3 GB per quello da 5.5. I primi benchmark apparsi online, sebbene non ufficiali, spiegano come questa configurazione possa teoricamente stabilire una velocità di iPhone 7 maggiore rispetto al Note 7 di Samsung, in entrambe le sue configurazioni processore. Verrà quindi rinnovato anche il comparto fotografico, con un obiettivo da 12 megapixel su iPhone 7 e una doppia fotocamera, sempre da 12 megapixel, per iPhone 7 Plus. Gli obiettivi, tuttavia, si differenzieranno nelle versioni per le capacità di apertura del diaframma, mentre entrambi dovrebbero disporre di uno stabilizzatore ottico per le riprese. Confermata anche la possibilità di registrare video in 4K, a 60 fps rispetto ai 30 della precedente versione, un fatto che giustificherebbe anche le modifiche sullo storage: gli iPhone 7 vedranno 32 GB come configurazione minore e 256 come quella maggiore. Si parla, infine, di un Touch ID rinnovato e meno ingombrante sulla scocca, nonché di una certificazione IPX7 per la resistenza all’acqua, la stessa di Apple Watch.

Difficile, invece, prevedere oggi la possibile risposta del mercato. I pochi cambiamenti estetici rispetto a iPhone 6S potrebbero fermare i cicli di aggiornamento di chi possiede già uno smartphone di Cupertino, considerato come proprio ieri iPhone 6S sia stato eletto come il device più popolare al mondo. Allo stesso tempo, però, le innovazioni di iOS 10, nonché l’elevata velocità suggerita dai benchmark, potrebbero conquistare un numero sempre più nutrito di switcher. L’appuntamento è quindi per questa sera, alle 19 del fuso italiano.

Commenta e partecipa alle discussioni