QR code per la pagina originale

Microsoft, la penna stimola l’apprendimento

Una ricerca voluta da Microsoft ha evidenziato come l'utilizzo della penna stimoli maggiormente le capacità celebrali e l'apprendimento.

,

Microsoft crede fortemente nel valore della tecnologia per stimolare capacità di comunicazione, orientamento agli obiettivi e al lavoro di squadra, attenzione ai dettagli, ai processi organizzativi, al problem solving ma anche e soprattutto abilità informatiche che saranno alla base di una futura professione. In questa direzione, Microsoft Italia è da sempre impegnata nel supportare le scuole nella scelta delle soluzioni più efficaci per avvicinare professori, studenti e genitori ai nuovi paradigmi della didattica.

Tra gli strumenti che rivestono un ruolo importante nel facilitare l’apprendimento, la penna continua ad essere al primo posto, evolvendosi in versione digitale per essere al passo con i tempi. Secondo una recente indagine scientifica infatti, prendere appunti in formato elettronico scrivendo a mano con una penna digitale è più congeniale al difficile compito dell’apprendimento rispetto alla sola digitazione sulla tastiera di un portatile. Sono queste le conclusioni di un nuovo studio neuroscientifico realizzato dai ricercatori di fama mondiale Audrey van der Meer e Ruud van der Weel del Norwegian University of Science and Technology (NTNU) di Trondheim, già vincitore di un premio Nobel.

Microsoft, la penna stimola l'apprendimento

Microsoft, la penna stimola l’apprendimento (immagine: Microsoft).

Nell’ambito della ricerca, a 20 studenti è stato chiesto di portare a termine tre diversi compiti, digitazione, scrittura e disegno, concepiti sulla base del famoso gioco di società Pictionary (Hasbro, 1985). I partecipanti hanno completato le attività su dispositivi 2in1 Microsoft Surface Pro 4, indossando ciascuno un “copricapo” dotato di oltre 250 sensori per il rilevamento dei segnali cerebrali avanzati.

I risultati hanno definitivamente dimostrato che quando i soggetti scrivevano con una penna stilo utilizzavano parti diverse del cervello rispetto a quando digitavano sulla tastiera. La ricerca ha rivelato che all’uso della penna corrispondeva l’attivazione di aree del cervello più profonde con effetti molto positivi sull’acquisizione di nozioni, come evidenziato da indagini già effettuate sull’argomento. Lo studio sottolinea il potere della penna per l’apprendimento, in un’epoca in cui molti studenti utilizzano ormai solamente il portatile con la tastiera per prendere appunti. Gli studiosi ora consigliano di reintrodurre la presa di appunti a mano nelle scuole di tutto il mondo.

Per lo studio sono stati impiegati due tablet-laptop Microsoft Surface Pro 4 identici con cover con tastiera e Surface-pen, e i dati prodotti dai partecipanti sono stati archiviati nel programma Microsoft OneNote così da poter essere analizzati offline.

Fonte: Microsoft • Immagine: Microsoft • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni