QR code per la pagina originale

Formula 1: Apple acquisirà McLaren?

Apple potrebbe essere interessata all'acquisizione del gruppo McLaren, sia per le auto sportive che per la Formula 1: lo sostiene il Financial Times.

,

Apple potrebbe entrare ben presto nell’universo della Formula 1. E, per farlo, potrebbe aver scelto di procedere con un’acquisizione davvero strategica: secondo quanto riferisce il Financial Times, infatti, la società di Cupertino potrebbe aver cominciato le negoziazioni per conquistare il gruppo McLaren. Al momento, però, non giungono conferme in merito da nessuno dei due protagonisti dell’indiscrezione.

Secondo quanto riferito dal quotidiano, delle fonti avrebbero confermato l’inizio delle trattative fra i due gruppi, con “tre persone informate sulle negoziazioni”. Stando alle prime indiscrezioni, Apple avrebbe proposto di acquisire McLaren per cifre comprese tra 1.3 e 2 miliardi di dollari, anche se al momento impossibile è ottenere conferme in tal senso.

Sempre secondo quanto rivelato dalle indiscrezioni apparse sulla stampa, i contatti fra le due società si susseguirebbero da diversi mesi, pur trattandosi di contatti unicamente preliminari. Ora pare che le trattative siano divenute più serie, anche se serviranno probabilmente parecchi mesi prima di entrare in progetti più concreti.

McLaren è nota non solo per la Formula 1, ma anche per la produzione di alcune sportive super-lusso. AppleInsider, infatti, riporta come la società abbia prodotto 1.654 veicoli nel 2015, per un totale di 585 milioni di dollari in guadagni. La strategia di acquisizione da parte di Apple, di conseguenza, potrebbe essere duplice e, come facile intendere, potrebbe essere anche connessa al misterioso progetto di una iCar.

Innanzitutto, entrando nel mercato della Formula 1, Apple dimostrerebbe agli investitori di essere in grado di muoversi con una certa disinvoltura nel mercato delle automobili. Si tratterebbe di un palcoscenico mondiale, pronto a garantire alla società riflettori puntati dalla stampa, per un settore in cui si affaccia per la prima volta. Inoltre, la possibilità di poter gestire da vicino della automobili così avanzate quali quelle per le corse, potrebbe rappresentare per il gruppo un banco di prova insostituibile in vista della Apple Car, quella automobile elettrica che potrebbe essere presentata nel 2020. Non resta che attendere, quindi, eventuali evoluzioni, così come anche possibili smentite, dalle due parti in gioco.

Fonte: Financial Times • Via: AppleInsider • Immagine: Oskar SCHULER via Shutterstock • Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni