QR code per la pagina originale

HERE annuncia nuovi servizi per i veicoli autonomi

HERE annuncia quattro servizi che miglioreranno la qualità di guida e che rappresentano la base per lo sviluppo di sistemi di trasporto intelligenti.

,

HERE ha annunciato quattro nuovi servizi che sfruttano i dati raccolti dai sensori installati nelle automobili. Al prossimo Paris Motor Show, i tre produttori (BMW, Mercedes e Daimler) che hanno acquisito l’ex azienda di Nokia mostreranno la prima implementazione della HERE Open Location Platform, grazie alla quale sarà possibile avere una rappresentazione in tempo reale della strada e dell’ambiente circostante. La tecnologia verrà successivamente offerte ad altri OEM e troverà posto sui futuri veicoli a guida autonoma.

HERE ha più volte evidenziato la necessità di avviare collaborazioni all’interno dell’industria automotive, in modo da offrire ai clienti servizi di mobilità connessa che garantiscano una migliore esperienza di guida, riducendo il traffico sulle strade e i rischi di incidenti. Ciò si può ottenere con la creazione di una piattaforma open mediante la quale distribuire a tutte le automobili informazioni aggiornate sul traffico e sulle condizioni delle strade. Questo rappresenta il primo passo verso sistemi di trasporto intelligenti.

La HERE Open Location Platform comprende quattro servizi. HERE Real-Time Traffic sfrutta GPS, videocamere e altri sensori per determinare le condizioni del traffico in tempo reale. HERE Hazard Warning fornisce informazioni rilevanti su pericoli e incidenti. I sensori del veicolo possono ad esempio segnalare la presenza di ghiaccio con una velocità molto elevata, consentendo anche di migliorare i sistemi di assistenza alla guida.

Con HERE Road Signs è possibile conoscere le variazioni dei limiti di velocità sulle strade, sfruttando il GPS e le videocamere installati sui veicoli. HERE può quindi aggiornare le mappe in meno di 24 ore. Analogamente, HERE On-Street Parking permette di trovare un parcheggio libero nelle vicinanze. Tutti i dati verranno raccolti e condivisi rispettando la privacy degli utenti. I quattro servizi saranno disponibili nella prima metà del 2017.

Fonte: HERE • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni