QR code per la pagina originale

Microsoft Ignite 2016, le principali novità

Ad Ignite 2016, Microsoft ha svelato moltissime novità per il mondo enterprise come nuove funzioni per la sicurezza, per Windows 10 e per Office 365.

,

Ad Ignite 2016, Microsoft ha svelato moltissime interessanti novità per il settore enterprise. Novità che toccano moltissimi ambiti come la sicurezza, il cloud, l’intelligenza artificiale e tanto altro ancora. Per esempio, la casa di Redmond ha annunciato “Windows Defender Application Guard” cioè una particolare tecnologia di virtualizzazione che usa contenitori isolati per fare in modo che l’eventuale codice malevolo non possa difendersi all’interno della rete.

Windows Defender Application Guard lavorerà assieme a “Office 365 Advanced Threat Protection” per garantire un migliore livello di sicurezza. Inoltre, Office 365 Advanced Threat Protection è stato potenziato da parte di Microsoft è sarà disponibile su Word, Excel, PowerPoint, SharePoint Online e OneDrive per Business. Outlook per iOS e Android si basa nativamente su Microsoft Cloud e supporta le caselle di posta Exchange Online. Microsoft ha, inoltre, implementato nuove skill per Cortana. Non mancano anche nuove funzionalità dedicate esclusivamente ad Office 365. Per esempio si menzionano “Tap in Word and Outlook” che facilita l’incorporamento di contenuti da documenti già esistenti nei messaggi di posta e “Maps in Excel” che integra i dati geografici nelle tabelle di Excel.

Per quanto riguarda le nuove soluzioni cloud, Microsoft ad Ignite 2016 ha annunciato che Windows Server 2016 e System Center 2016 saranno disponibili ad ottobre. Non mancano miglioramenti ad Azure ed un deciso potenziamento del machine learning.

Per gli amministratori di rete è, inoltre, in arrivo “Windows Upgrade Analytics” che permetterà di facilitare la migrazione delle macchine presenti nella rete aziendale a Windows 10. Non mancano nemmeno novità per OneDrive for Business e SharePoint Online. Per esempio, è possibile sincronizzare le librerie di documenti di SharePoint e le cartelle Microsoft Onedrive condivise ed è presente un nuovo centro di sincronizzazione di OneDrive. Microsoft ha, inoltre, affermato che su OneDrive per Windows 10 torneranno i tanto attesi placeholder.

Infine, si segnalano novità per Skype for Business, per Surface as service e per molti altri servizi enterprise della casa di Redmond. Trattasi di tantissime novità che evidenziano come Microsoft punti a voler offrire alle aziende servizi di valore aggiunto sempre di maggiore qualità.

Fonte: Microsoft • Immagine: StockStudio / Shutterstock.com • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni