QR code per la pagina originale

PIXEL, il nuovo desktop del Raspberry Pi

PIXEL è il nuovo ambiente desktop del Raspberry Pi, basato su LXDE: splash screen, sfondi, icone migliori e Chromium sono alcune delle novità incluse.

,

Raspbian è la distribuzione Linux più utilizzata dagli utenti che hanno acquistato il Raspberry Pi, per cui la fondazione ha deciso di apportare diversi miglioramenti all’interfaccia grafica, in modo da offrire all’utente un ambiente desktop più gradevole alla vista e più semplice da utilizzare. Il risultato di circa due anni di sviluppo è PIXEL, acronimo di Pi Improved Xwindows Environment, Lightweight. Il nuovo desktop è stato incluso nell’ultima immagine di Raspbian pubblicata sul sito ufficiale.

PIXEL è una versione modificata dell’ambiente desktop LXDE progettato specificamente per computer con una scarsa dotazione hardware. La prima cosa che gli utenti noteranno è la scomparsa quasi totale dei messaggi diagnostici visualizzati durante la fase di boot. Al loro posto viene mostrato uno splash screen con il numero della versione in basso a destra. I menu e la barra delle applicazioni è ora in alto ed è stata aggiunta un’immagine di sfondo al desktop (in totale sono 16 e possono essere scelte nelle impostazioni).

Tutte le precedenti icone sono state sostituite con icone di maggiore qualità. È cambiato anche il design delle finestre, mentre Roboto è ancora il font predefinito, ma è stata aggiunta la libreria Infinality che migliora il rendering dei caratteri. La fondazione ha inoltre incluso le opzioni per disattivare WiFi e Bluetooth, non solo per il Raspberry Pi 3, ma anche per i dongle esterni. Le applicazioni preinstallate sono state aggiornate e gli utenti troveranno ora RealVNC, SenseHAT e una versione preliminare di Chromium per Pi.

L’immagine Raspbian+PIXEL può essere scaricata in formato ZIP o tramite Torrent. Chi preferisce aggiornare l’attuale immagine Jessie deve seguire la procedura indicata sul blog ufficiale. Prima di installare RealVNC è necessario rimuovere xrdp (se presente) per evitare conflitti.

Fonte: Raspberry Pi • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni