QR code per la pagina originale

Google Play: le demo dei giochi in streaming

Alcuni utenti hanno già avuto modo di provare le demo dei giochi Android in streaming, con la sola pressione di un pulsante dalla piattaforma Google Play.

,

Quasi un anno fa si è iniziato a parlare della possibilità di effettuare lo streaming delle applicazioni Android, direttamente da Play Store, così da consentire agli utenti di provarle senza dover per forza di cose passare dal processo di download e installazione. A quanto pare il gruppo di Mountain View ha dato il via al rollout della funzionalità, partendo dai giochi.

È sufficiente un tap sul pulsante “Try now” (con tutta probabilità verrà tradotto con “Prova ora” in italiano) per avviare una demo della durata di dieci minuti per i titoli proposti con download a pagamento. Sono ancora pochi coloro che riescono ad accedere alla feature, sintomo di una diffusione della feature graduale, come da tradizione per bigG. Ovviamente, trattandosi di una modalità che richiede un costante scambio di dati e informazioni con i server della piattaforma, se ne consiglia l’uso esclusivamente quando si è connessi ad una rete WiFi, così da non esaurire in fretta il traffico dati messo a disposizione dal proprio operatore mobile.

Con un tap sul pulsante "Try now" è possibile provare il gioco in streaming per dieci minuti

Con un tap sul pulsante “Try now” è possibile provare il gioco in streaming per dieci minuti

Una volta avviata la demo, nella parte inferiore sinistra del display compare un pulsante con l’icona di Play Store contornata da un conto alla rovescia, utile per capire a quanto ammonta il tempo rimanente. Premendola, come si può vedere dal secondo degli screenshot allegati di seguito, si ottengono informazioni aggiuntive ed è possibile interrompere in qualsiasi momento lo streaming.

Non è dato a sapere quanto impiegherà la feature a raggiungere tutti gli utenti. Di certo si tratta di un’aggiunta interessante, che in qualche modo porta il concetto del cloud gaming (già ben noto su PC e console) all’interno dell’ecosistema mobile, su smartphone e tablet.

Fonte: Android Police • Immagine: ymgerman • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni