QR code per la pagina originale

I taxi si pagheranno con Satispay

Presto sarà possibile pagare i taxi con l'app Satispay; la startup e l’Unione dei Radiotaxi d’Italia hanno, infatti, stretto un accordo di collaborazione.

,

Satispay, l’azienda italiana che ha rivoluzionato i modelli di mobile payment, e URI, l’Unione dei Radiotaxi d’Italia, hanno annunciato l’accordo per l’integrazione di Satispay partendo dai sistemi gestionali fino all’App iT Taxi. Satispay è un innovativo servizio di mobile payment che consente ai propri utenti di scambiarsi denaro attraverso un network alternativo alle carte di credito e debito: libero, efficiente, gratuito e sicuro. Disponibile per iPhone, Android e Windows Phone, può essere utilizzato da chiunque abbia un conto corrente bancario.

Saranno 12.000 i taxisti italiani che, gradualmente nei prossimi mesi, potranno iniziare a beneficiare di tutti i vantaggi generati da Satispay. L’integrazione, dopo le numerose iniziative sviluppate nel nord Italia a sostegno della già spontanea diffusione che il sistema sta registrando, rappresenta la prima grande operazione di Satispay rivolta al grande pubblico su scala nazionale, interessando in particolar modo le città di Roma e Milano per l’elevato numero di taxi in circolazione. L’accordo è stato fortemente voluto da Loreno Bittarelli, Presidente di URI, da sempre attento a cogliere le più interessanti opportunità offerte dall’evoluzione tecnologica, e risponde ad una già concreta domanda che quotidianamente Satispay raccoglie tra i propri utenti.

Sono già oltre 120 mila i download dell’applicazione in Italia, con un tasso di crescita di 300 nuove attivazioni complete al giorno, e sono 7.500 gli esercenti già convenzionati in tutta Italia, con una crescita spontanea di 50 nuovi esercizi al giorno. Risultati che Satispay ha raggiunto in poco tempo perché ha saputo trasformare un processo complesso e costoso in un’applicazione per smarpthone semplice (permette di trasferire denaro ai contatti della rubrica attivi e di pagare nei negozi con la stessa semplicità di un messaggio su WhatsApp) e conveniente, sempre gratuita per gli utenti privati ed estremamente vantaggiosa per gli esercenti, in questo caso i taxisti, per i quali non è applicato alcun canone mensile ed è prevista una commissione fissa pari a 0,20 euro solo per le transazioni superiori ai 10 euro.

Adottando Satispay, la comunità dei taxisti sposa l’avanguardia dei pagamenti elettronici, puntando ad innalzare la sicurezza, grazie all’eliminazione dei contanti, e la profittabilità della propria attività, grazie al drastico abbattimento delle commissioni. Non ultimo, la velocità di esecuzione del pagamento, consente di migliorare il servizio al cliente nel momento in cui deve lasciare il taxi.

Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni