QR code per la pagina originale

Google Play Musica: playlist contestuali in Italia

Finalmente, dopo una lunga attesa, le playlista contestuali della piattaforma Google Play Musica fanno il loro debutto ufficiale anche nel nostro paese.

,

L’attesa è stata lunga, ma finalmente è terminata: le playlist contestuali della piattaforma Google Play Musica fanno ufficialmente il loro debutto anche in Italia, proponendo agli utenti abbonati alla formula Unlimited una serie di brani messi in fila sulla base di fattori come il giorno della settimana, l’orario e altro ancora.

Questa mattina, essendo l’ultimo giorno della settimana lavorativa, sono ad esempio tutte racchiuse sotto l’etichetta “È venerdì mattina”. Una si chiama “Prendila con calma” e al suo interno si trovano tre playlist come “Indie take-it-ease (concediti un momento di evasione con questi pezzi indie per chitarra acustica)”, “Melodie pop e indie (una raccolta di brani melodici e leggeri per mantenere il buonumore da mattina a sera)” e “I classici del pop-rock orecchiabili (trova la pace interiore con questi capolavori pop-rock degli anni ’70, ’80 e ’90)”. Altre sono dedicate alla concentrazione a chi necessita di una scarica di energia o deve aumentare la produttività sul lavoro, ma senza rinunciare al divertimento.

Le playlist contestuali di Google Play Musica debuttano finalmente anche in Italia

Le playlist contestuali di Google Play Musica debuttano finalmente anche in Italia

Ovviamente, trattandosi di playlist compilate pescando brani dall’intero catalogo della piattaforma, è necessaria la sottoscrizione alla formula Unlimited a pagamento. Il sistema tiene conto anche dei gusti personali degli utenti, così da generare un’offerta su misura.

La playlist Concentrazione, ad esempio, propone una serie di brani che aiutano a lavorare meglio

La playlist Concentrazione, ad esempio, propone una serie di brani che aiutano a lavorare meglio

Il tutto si basa sulla tecnologia acquisita nel 2014 da Songza, che si occupa proprio di creare playlist contestuali. Nello screenshot qui sotto è possibile dare un’occhiata alle canzoni contenute in “Rock per darti la carica”. Ogni canzone può essere aggiunta all’elenco di quelle preferite, saltata, prodotta in loop ecc. In definitiva, un bel passo in avanti per Google Play Musica, necessario per non perdere terreno nei confronti della concorrenza all’interno del sempre più vivace mercato dello streaming.

Una playlist rock generata automaticamente per darsi la carica

Una playlist rock generata automaticamente per darsi la carica

Commenta e partecipa alle discussioni