QR code per la pagina originale

HTTPS: il Web oggi è più sicuro, secondo Google

La nuova sezione introdotta da Google nel proprio Rapporto sulla Trasparenza fotografa la costante e progressiva diffusione online del protocollo HTTPS.

,

È ormai diverso tempo che Google spinge sull’acceleratore per favorire la diffusione di HTTPS, con inziative sia destinate alle proprie piattaforme (come nel caso di Blogspot) che premiando sul motore di ricerca i webmaster che adottano questo protocollo. L’obiettivo è chiaro: rendere la grande Rete un posto più sicuro, proteggendo chi naviga dalla potenziale azione dei malintenzionati.

Oggi il gruppo di Mountain View inaugura una nuova sezione del sito dedicato al Rapporto sulla Trasparenza, focalizzando l’attenzione proprio su questo aspetto. Ne emerge che il numero di pagine che utilizzano HTTPS è in costante crescita: tra l’aprile 2015 e l’ottobre 2016, sulla base dei dati raccogli da chi utilizza il browser Chrome (il più utilizzato a livello globale secondo StatCounter e NetMarketShare) durante le sessioni online, la percentuale è aumentata del 40%. La tendenze è stata innescata e non si tornerà indietro, con ovvi benefici per l’intero ecosistema Web.

La navigazione sicura sul Web tramite HTTPS sta diventando la prassi. Gli utenti desktop caricano più della metà delle pagine che visualizzano tramite HTTPS e trascorrono due terzi del loro tempo in pagine HTTPS. HTTPS è meno diffuso sui dispositivi mobili, ma abbiamo riscontrato una tendenza all’aumento anche su tali dispositivi.

La percentuale di pagine Web caricate tramite HTTPS è in costante crescita, secondo Google

La percentuale di pagine Web caricate tramite HTTPS è in costante crescita, secondo Google

La transizione è ancora ben lontana dal potersi considerare completata, ma la strada intrapresa è quella giusta. Chi si occupa di creare siti e contenuti ha recepito il messaggio, al tempo stesso gli utenti iniziano a comprendere che quella piccola “s” in più fa una grande differenza in termini di sicurezza, quando si tratta di trasmettere dati e informazioni sensibili dal proprio browser ad un server remoto (e viceversa).

Dall’inizio del 2015 misuriamo la diffusione delle connessioni HTTPS grazie agli utenti di Chrome che condividono le statistiche sull’utilizzo. Queste metriche ci consentono di comprendere meglio le esperienze degli utenti di Chrome con le connessioni HTTPS e ci danno informazioni utili per migliorare l’interfaccia utente di Chrome. I grafici sotto mostrano come sta aumentando l’utilizzo di HTTPS nel tempo.

Commenta e partecipa alle discussioni