QR code per la pagina originale

Mark Zuckerberg è morto, ma era un errore

Un bug ha fatto credere che molti utenti di Facebook fossero morti, compreso il CEO Mark Zuckerberg.

,

A volte i bug possono portare a situazioni surreali ed imbarazzanti. Ed è quello che è capitato a Facebook nel corso del fine settimana quando un bug ha fatto credere che molti utenti del social network, Mark Zuckerberg compreso, fossero tutti morti. Come noto, Facebook per le persone decedute pubblica un banner commemorativo all’interno del suo profilo. Un fastidiosissimo bug che ha colpito la piattaforma ha fatto si che questo banner comparisse all’interno di moltissimi profili.

Non si sa con certezza la vastità del problema ma sembra che abbia colpito poco più di 2 milioni di utenti, dunque, un numero significativo di iscritti. Se questo problema può far sorridere, per qualcuno è stato fonte di non pochi problemi. Un buon numero di utenti, infatti, ha dovuto correre ai ripari per dimostrare di stare bene e di essere ancora in vita. Per qualche ora c’è stato, dunque, un po’ di caos, ma fortunatamente Facebook è intervenuto per risolvere il problema. Anzi, il social network si è subito scusato per questo terribile errore. Superato il problema, dalla rete è esplosa, comprensibilmente, l’ilarità con battute e sfottò sull’accaduto. Non sono mancati, persino, riferimenti al neo presidente Trump.

Quello che però va sottolineato è quanto oggi i social network, ed in particolare Facebook, visto l’altissimo numero di iscritti, possano influenzare la vita delle persone. Un semplice problema di pochi minuti ha portato ad un vero e proprio piccolo caos e questo la dice lunga sul peso che queste piattaforme hanno sulle persone.

Per alcune ore un certo numero di persone hanno pensato che i loro amici fossero effettivamente morti e per qualcuno il disagio di dover dimostrare di essere in salute è stato sicuramente forte. La speranza è che problemi simili davvero non si presentino più.

Fonte: The Next Web • Via: Engadget • Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni