QR code per la pagina originale

Pixel: un bug per gli screenshot inviati da iPhone

Un curioso e misterioso bug provoca un errore di tipo grafico all'interno degli screenshot inviati da iPhone 7 Plus a quelli della linea Pixel di Google.

,

Nonostante Android e iOS siano i principali protagonisti nonché concorrenti del panorama mobile, la compatibilità cross-platform tra i due sistemi operativi ha raggiunto livelli tali da permettere agli utenti la comunicazione e lo scambio di dati, file o documenti senza grandi difficoltà, indipendentemente dalla tipologia di dispositivo in possesso. Per questo motivo, un bug segnalato sul forum ufficiale di Google pare alquanto bizzarro.

Si tratta di un problema molto specifico: come visibile dall’immagine allegata di seguito, inviando uno screenshot da iPhone 7 Plus ad un dispositivo della linea Pixel (sia il modello standard che quello più grande XL), qualcosa di poco chiaro ne provoca una notevole distorsione, con il risultato di rendere il file pressoché illeggibile e inutilizzabile. Al momento non è dato a sapere cosa provochi l’intoppo. Secondo i feedback, il comportamento anomalo si verifica solo ed esclusivamente quando l’invio viene effettuato da iPhone a Pixel (e non viceversa), per gli screen realizzati all’interno delle applicazioni e non dalla schermata principale oppure da quella di blocco.

La schermata originale su iPhone 7 Plus (a sinistra) e il relativo screenshot inviato su un dispositivo Google Pixel (a destra)

La schermata originale su iPhone 7 Plus (a sinistra) e il relativo screenshot inviato su un dispositivo Google Pixel (a destra) (immagine: Android Police).

Il tutto potrebbe essere riconducibile al metodo utilizzato dal sistema operativo Android 7.1 Nougat per gestire le immagini, poiché un utente dichiara di aver riscontrato lo stesso bug su un Nexus 6 con questa release della piattaforma. Il team di Google ha preso atto di quanto si sta verificando, ma non è intervenuto in via ufficiale per comunicare l’intenzione di rilasciare un fix dedicato. Non è da escludere che il problema possa essere risolto con l’aggiornamento in fase di rollout a partire dalla prossima settimana, che introdurrà la release 7.1.1.

Commenta e partecipa alle discussioni