QR code per la pagina originale

Instagram svela chi spia le foto ed i video

Instagram ha inserito una funzione in grado di avvisare gli utenti che le foto ed i video a tempo inviati sono stati oggetto di screenshot non autorizzati.

,

Instagram ha integrato una nuova funzionalità “anti spioni” all’interno della sua applicazione. Trattasi di una funzione che avviserà automaticamente l’utente se qualcuno effettuerà uno screenshot di una sua foto o video. Da evidenziare subito, però, che questa opzione di sicurezza è attiva solamente per le foto ed i video a tempo inviati all’interno dei DM. Come noto, il social network ha introdotto da qualche tempo una funzione che permette di inviare messaggi che si autodistruggono all’interno dei DM. In altri termini gli utenti possono inviare una foto o un mini video ad un amico che successivamente si autodistruggeranno senza lasciare traccia.

Qualcuno, però, potrebbe voler aggirare lo spirito di questa funzione di Instagram effettuando lo screenshot dei contenuti per salvarli sul proprio dispositivo. Per proteggere la privacy degli utenti che si vedrebbero “rubare” i contenuti che dovrebbero autodistruggersi, il social network ha integrato questa funzione che avvisa nel caso i destinatari provino a fare i furbi effettuando uno screenshot dei contenuti. Trattasi di una funzione mutuata da Snapchat dove la tendenza di copiare senza autorizzazione i contenuti inviati dagli utenti è molto alta. Il sistema funziona in maniera molto semplice. Quando il destinatario di un messaggio riceve un messaggio a tempo e prova a fare uno screenshot, il suo dispositivo mobile automaticamente gli chiederà se vuole condividere la cattura all’interno di una qualche applicazione presente. Instagram riconosce questo passaggio ed invia al mittente la notifica che è stato effettuato uno screenshot dei suoi contenuti. Non solo, perché l’app dirà esattamente chi è stato ad effettuare la cattura delle immagini e dei video che, invece, dovevano cancellarsi automaticamente.

L’utente, dunque, saprà esattamente chi è il “colpevole” e potrà, così intervenire di conseguenza. Questo non significa che qualcuno non possa catturare le immagini con altri mezzi come una macchina fotografica ma almeno sarà un deterrente per bloccare i furbetti che a questo punto sapranno che potranno essere immediatamente scoperti.

Ovviamente, questa funzione di protezione della privacy è disponibile solamente per questa particolare tipologia di messaggi e non per tutte le foto ed i video condivisi all’interno del social network.

Non è chiaro però se questa funzione sia disponibile già per tutti o solamente per un ristretto numero di utenti. Al riguardo, Instagram non ha ancora emesso nessun comunicato ufficiale.

Fonte: The Next Web • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni