QR code per la pagina originale

Apple: droni per migliorare le sue mappe?

Apple potrebbe presto impiegare droni per migliorare il proprio servizio stradale, con la raccolta di dati e immagini: è quanto riferisce Bloomberg oggi.

,

Apple potrebbe puntare sui droni per migliorare il proprio servizio di mappe, nonché per fornire feature differenziate rispetto ai principali competitor sul mercato. È quanto riferisce Bloomberg in un aggiornamento odierno, relativo alla possibile volontà di Cupertino di impiegare droni la cartografia stradale, anziché i classici minivan.

La società californiana ha inaugurato lo scorso anno, grazie ad alcuni minivan negli Stati Uniti, la raccolta di immagini stradali per la visualizzazione a 360 gradi sui propri dispositivi. Sebbene il percorso sia solo all’inizio rispetto a competitor già lanciati da anni su questo fronte, si pensi ad esempio al servizio Street View di Google, Cupertino starebbe contemporaneamente puntando alla differenziazione: merito anche delle recenti acquisizioni di Indorr.io e WifiSLAM, per la cattura di immagini all’interno degli edifici. A questi, si potrebbero ben presto aggiungere i droni.

Secondo quanto rivelato da Bloomberg, la Mela vorrebbe approfittare di immagini aeree per raccogliere con più facilità dati quali i segnali stradali, aree in costruzioni, modifiche temporanee dei percorsi stradali e la stessa cattura di immagini a 360 gradi. Per questo ultimo scopo, infatti, i droni si rivelerebbero ben più veloci e immediati rispetto ai minivan, una peculiarità che potrebbe ridurre notevolmente i tempi per Cupertino, permettendo una rincorsa più efficace ai competitor. Sempre da Bloomberg, si apprende come Apple pare abbia già avviato la procedura per ottenere le relative autorizzazione dalla Federal Aviation Administration, per una procedura compatibile con le leggi statunitensi. Queste impongono che, per l’impiego di droni per la cattura di immagini e video, i droni debbano mantenersi a una certa distanza da persone ed edifici, nonché possano volare solo di giorno sotto la guida di piloti a terra autorizzati.

Al momento, non è dato sapere se questo proposito andrà effettivamente in porto, né quando le prime immagini raccolte dai droni saranno disponibili su Mappe di iOS e macOS. Non resta che attendere, di conseguenza, ulteriori conferme dalle parti della California.

Fonte: Bloomberg • Via: MacRumors • Immagine: Pexels • Notizie su: , , ,
Commenta e partecipa alle discussioni