QR code per la pagina originale

Photoshop supporta la Touch Bar del MacBook Pro

L'ultima versione di Photoshop CC include il supporto per la Touch Bar del MacBook Pro che semplifica e velocizza l'utilizzo di alcune operazioni.

,

Una delle novità del MacBook Pro, presentato da Apple a fine ottobre, è il piccolo display orizzontale con risoluzione Retina che sostituisce i tradizionali tasti funzione. La Touch Bar sembra solo un esercizio di stile, ma in realtà può essere sfruttata per velocizzare l’esecuzione di alcune operazioni. Ecco perché Adobe ha aggiunto il supporto per la Touch Bar in Photoshop, seguendo la stessa strada di Microsoft con Office.

Adobe spiega che la Touch Bar del nuovo MacBook Pro è utile per due motivi principali. Innanzitutto permette di conoscere lo step successivo in base all’operazione appena completata. Il suggerimento verrà apprezzato soprattutto dagli utenti meno esperti, ma anche i professionisti potranno eseguire azioni in maniera più rapida. in secondo luogo, la Touch Bar semplifica alcune operazioni di editing scomode da eseguire con mouse e tastiera, ad esempio l’uso dei controlli “slider”. Photoshop sfrutta il pannello touch per tre categorie di funzioni: proprietà dei livelli, pennelli e preferiti.

Nella sezione Layer Properties sono disponibili i comandi per posizionare un oggetto avanzato, usare livelli e maschere, modificare la modalità di blend e sfogliare la cronologia. In Brushes è invece possibile accedere alle caratteristiche del pennello (dimensione, durezza, colore, opacità e flusso), per ognuna delle quali è disponibile uno slider. La sezione Favorites, infine, permette di configurare le azioni preferite, come la visualizzazione full screen, l’aggiunta di un nuovo livello e il lancio del menu di condivisione di macOS.

Adobe promette l’arrivo di altri comandi in futuro. Il supporto è stato incluso nell’ultima versione di Photoshop per gli abbonati alla suite Creative Cloud.

Fonte: Adobe • Notizie su: , ,