QR code per la pagina originale

Apple Pencil su iPhone: arriva il brevetto

Un nuovo brevetto Apple suggerisce la compatibilità di Apple Pencil anche con la linea degli iPhone: la Mela ne lancerà una versione per smartphone?

,

Da diverse settimane si discute della possibilità, mai confermata dalle parti di Cupertino, di un’estensione di Apple Pencil anche all’universo iPhone. Un’indiscrezione nata qualche mese fa, quando in una dichiarazione pubblica Tim Cook incluse, per errore, anche lo smartphone nei dispositivi compatibili con la stilo digitale targata mela morsicata. Qualcosa sembra muoversi, considerata la pubblicazione di un brevetto che si muoverebbe in questo senso, così come conferma Patently Apple.

Apple Pencil è la penna digitale lanciata da Cupertino in concomitanza con il primissimo iPad Pro: leggero, dalla ricarica praticamente istantanea e molto scorrevole, questo accessorio si caratterizza per l’assenza di lag tra la scrittura e l’effettiva apparizione del tratto sullo schermo del tablet. Un risultato possibile non solo grazie alle tecnologie di cui la penna è dotata, ma a un nuovo pannello frontale di iPad Pro, dotato di un aggiornamento di scansioni velocissimo sulla superficie touchscreen. Sebbene Apple non abbia mai confermato il possibile approdo di Apple Pencil anche su iPhone, lo scorso settembre Tim Cook si sarebbe lasciato sfuggire una dichiarazione abbastanza sibillina:

Se poteste vedere quello che può essere creato con quella stilo su un iPad o un iPhone, è davvero incredibile.

Stando a quanto riportato da Patently Apple, di recente l’US Patent and Trademark Office avrebbe concesso ad Apple un brevetto relativo proprio ad Apple Pencil. Una registrazione che non farebbe riferimento solo all’universo di iPad, ma anche agli iPhone e ai MacBook. Nel brevetto, pensato per illustrare a grandi linee le peculiarità già ben note della stilo, si legge come “alcuni telefoni cellulari, laptop e tablet offrano la capacità di ricevere input da una stilo”. Le immagini a corredo della registrazione, tuttavia, sembrano comunque tutte inerenti all’universo dei tablet.

Come per ogni brevetto Apple, è bene sottolineare come la traduzione della registrazione in un prodotto effettivamente esistente non sia automaticamente certa. Per questo motivo, bisognerà attendere ulteriori conferme da Cupertino.