QR code per la pagina originale

KickassTorrents torna online

Alcuni membri storici del progetto KickassTorrents hanno riportato in vita il portale, mesi dopo la chiusura e l'arresto del proprietario Artem Vaulin.

,

Nel mese di luglio la chiusura di uno dei portali più longevi e conosciuti per chi è solito scaricare e condividere contenuti tramite circuiti P2P: KickassTorrents. L’arresto del suo proprietario, il 30enne di origini ucraine Artem Vaulin, ha di fatto messo a segno un duro colpo alla community legata allo scambio dei file tramite protocollo BitTorrent.

Poco dopo il sito è tornato online attraverso una serie di cloni e mirror (alcuni dei quali durati poco), ma si è trattato di un’iniziativa curata da terze parti. Oggi, invece, KickassTorrents risorge per volontà del suo staff storico, all’indirizzo Katcr.co. Nel momento in cui viene scritto questo articolo, la pagina risulta raggiungibile, ma fatica a caricare, con tutta probabilità a causa dell’elevato traffico generato sui server. Gli interessati sono dunque invitati a provare più volte. Ciò che cambia è il database: quello costruito in anni e anni di attività è stato completamente raso al suolo e si riparte da zero. Questa la dichiarazione del team.

Possiamo contare sulla collaborazione di tutti i più importanti uploader che hanno continuato la loro opera di condivisione senza sosta, anche prima del nostro ritorno. La community dei torrent può continuare ad aspettarsi di vedere gli upload da parte di tutti i nomi che ben conoscono e di cui si fida.

La nuova incarnazione del portale KickassTorrents

La nuova incarnazione del portale KickassTorrents, raggiungibile all’indirizzo Katcr.com

A differenza dei cloni e dei mirror comparsi online subito dopo la chiusura del KickassTorrents originale, alcuni dei quali veicolo per la diffusione di malware, il nuovo Katcr.com promette di garantire la piena sicurezza ai suoi utenti. Resta da capire se le autorità USA prenderanno di mira anche questa inedita incarnazione del progetto.

Al fine di garantire la sicurezza ai nostri membri, abbiamo scelto di riprogettare il tutto, mantenendo solo alcuni elementi. Nonostante questo abbia richiesto diverso tempo, siamo convinti che la tutela della nostra community sia una priorità.

Fonte: TorrentFreak • Immagine: Gil C • Notizie su: