QR code per la pagina originale

TCL realizzerà i futuri smartphone di BlackBerry

TCL Communication produrrà e distribuirà i futuri smartphone BlackBerry, mentre l'azienda canadese si occuperà dello sviluppo di applicazioni e servizi.

,

Il CEO John Chen aveva comunicato a fine settembre che BlackBerry non realizzerà più smartphone. Il produttore canadese ha ora annunciato il partner commerciale al quale verrà affidata la produzione dei futuri dispositivi. Si tratta di TCL Communication, multinazionale cinese dell’elettronica di consumo che in Europa vende smartphone con il marchio Alcatel. BlackBerry concederà in licenza il brand, ricevendo in cambio il pagamento delle royalties per ogni unità venduta.

L’accordo sottoscritto tra BlackBerry e TCL era piuttosto prevedibile, dato che gli ultimi smartphone dell’azienda canadese (DTEK50 e DTEK60) sono essenzialmente una copia dei precedenti Alcatel Idol 4 e Idol 4S. La partnership, di cui non sono noti i termini economici, prevede che TCL si occupi di progettazione, realizzazione, distribuzione globale dei prossimi dispositivi e supporto post-vendita, mentre BlackBerry offrirà applicazioni e servizi, incluse le suite di sicurezza enterprise.

Dopo aver abbandonato lo sviluppo del sistema operativo BlackBerry OS 10 e scelto Android per cercare di incrementare la sua quota di mercato, l’azienda ha deciso di focalizzare le risorse esclusivamente sulla parte smart degli smartphone, ovvero sul software con particolare attenzione alle funzionalità di sicurezza, vero punto di forza della serie DTEK. Non è chiaro al momento la sorte del BlackBerry Mercury, uno smartphone con tastiera QWERTY che dovrebbe essere annunciato nel primo trimestre 2017.

TCL commercializzerà i futuri dispositivi BlackBerry in tutto il mondo con l’eccezione di cinque paesi (India, Indonesia, Sri Lanka, Nepal e Bangladesh), nei quali è prevista la sottoscrizione di accordi con altri partner. Ulteriori informazioni su roadmap e disponibilità degli smartphone verranno comunicate nei prossimi mesi.

Fonte: BlackBerry • Via: Android Community • Notizie su: