QR code per la pagina originale

Nasce Wind Tre, 7 miliardi di investimenti

Nasce ufficialmente Wind Tre, l'operatore frutto della fusione tra Wind e 3 Italia; previsti 7 miliardi di investimenti sia nel mobile che nel fisso.

,

L’attesa è finita perchè dal 31 dicembre 2016 è operativa, sul mercato italiano delle telecomunicazioni, Wind Tre, la più grande realtà nazionale di telefonia mobile con oltre 31 milioni di clienti e 2,7 milioni nel fisso, frutto della fusione tra gli operatori Wind e 3 Italia. Wind Tre realizzerà importanti efficienze e investirà, nei prossimi anni, 7 miliardi di euro in infrastrutture digitali. La nuova capacità finanziaria e industriale permetterà a Wind Tre di fornire servizi innovativi, di elevata qualità ed una maggiore velocità di rete in linea con la crescente domanda di connettività e con le aspettative di consumo di famiglie ed imprese.

L’azienda ha l’obiettivo di diventare un player di riferimento nell’integrazione fisso-mobile e nello sviluppo delle reti in fibra di nuova generazione grazie anche all’accordo con Enel Open Fiber per la realizzazione della rete in banda ultralarga in Italia. Maximo Ibarra sarà affiancato da una squadra di manager di grande esperienza nazionale ed internazionale: Dina Ravera (Merger Integration Officer), Stefano Invernizzi (Finance, Control & Procurement), Benoit Hanssen (Technology), Paolo Nanni (Business & Wholesale), Luciano Sale (Human Resources), Mark Shalaby (Legal, Compliance & Regulatory), Michiel Van Eldik (Consumer & Digital) e Massimo Angelini (PR Internal & External Communication).

Tutta da scoprire, però, la timeline che porterà alla fusione tecnica delle reti dei due operatori. Su questo tema sicuramente arriveranno notizie già nelle prossime settimane. In futuro, dunque, i clienti di Wind e di 3 Italia potranno contare su di una rete molto più capillare, moderna ed efficiente.

Molto importante anche l’obiettivo di offrire servizi fisso-mobile grazie all’accordo con Enel Open Fiber. Wind Tre è destinata, dunque, a diventare una realtà importante nel panorama italiana in grado di competere alla pari con colossi del calibro di Telecom Italia e Vodafone.

Molto soddisfatto ed orgoglioso di questo ambizioso progetto Maximo Ibarra, nuovo CEO dell’operatore, che al riguardo afferma:

Comincia una grande sfida di mercato, un’importante fase di sviluppo per l’economia digitale nel nostro Paese. Vogliamo essere leader nella relazione con i clienti grazie alla qualità delle nostre infrastrutture, alla trasparenza delle nostre offerte e alla passione delle nostre persone.