QR code per la pagina originale

Qualcomm anticipa ASUS e svela lo ZenFone AR

Qualcomm ha svelato alcune caratteristiche dello ZenFone AR, lo smartphone Android di ASUS compatibile con Google Tango e Google Daydream.

,

ASUS ha programmato per il 4 gennaio un evento, durante il quale annuncerà un nuovo smartphone. Qualcomm ha invece rovinato la sorpresa, pubblicando sul blog ufficiale il post che svela alcune funzionalità dello ZenFone AR. L’acronimo AR indica il supporto per la realtà aumentata basata sulla tecnologia Google Tango, ma il dispositivo mobile è compatibile anche con la tecnologia di realtà virtuale Google Daydream.

Lo ZenFone AR è il secondo smartphone Tango-enabled, dopo il Lenovo Phab 2 Pro con processore Snapdragon 652, presentato a giugno 2016 e disponibile dal 1 novembre. Nel post di Qualcomm non sono elencate le specifiche complete dello ZenFone AR, ma vengono ovviamente evidenziate le caratteristiche dello Snapdragon 821, scelto da ASUS per questo nuovo device. Il SoC è stato progettato per gestire tranquillamente i calcoli relativi a motion tracking, depth perception e area learning, le tre principali operazioni necessarie per la realtà aumentata di Tango.

Qualcomm sottolinea che lo Snapdragon 821 offre prestazioni grafiche fino al 40% superiori e consumi fino al 40% inferiori rispetto allo Snapdragon 810. La GPU Adreno 530 permette di creare il layer 3D sovrapposto alle immagini reali, garantendo un’esperienza AR di elevata qualità. I dati registrati dai sensori vengono elaborati praticamente in tempo reale, mentre Hexagon DSP e Spectra ISP gestiscono gli algoritmi di image/video processing e computer vision.

ASUS ZenFone AR

Per conoscere le specifiche dello ZenFone AR bisognerà attendere l’annuncio di ASUS. Lo smartphone può eseguire diverse app per la realtà aumentata e virtuale. Per quest’ultima tecnologia c’è maggiore scelta e gli utenti potranno usare il dispositivo insieme ai visori Daydream View.