QR code per la pagina originale

Android Wear 2.0 arriverà all’inizio di febbraio

Il tanto atteso passaggio ufficiale alla versione 2.0 del sistema operativo Android Wear dedicato agli smartwatch avverrà all'inizio del prossimo mese.

,

Un messaggio inviato da Google alla community di sviluppatori rende noto che la piattaforma Android Wear 2.0 sarà disponibile a livello glonale a partire dall’inizio di febbraio, dunque tra poche settimane. Il gruppo di Mountain View ha dunque fornito una finestra temporale più specifica rispetto a quella comunicata in passato (un generico “inizio 2017”). Si tratta di un’indicazione importante anche per chi è in possesso di uno smartwatch basato sulla tecnologia di bigG.

Questo l’elenco completo degli smartwatch che riceveranno l’update ufficiale alla versione 2.0 del sistema operativo Android Wear nel corso dei prossimi mesi, come annunciato a dicembre: Huawei Watch, Huawei Watch for ladies, Moto 360 (2015), Moto 360 Sport, LG Watch Urbane 2nd Edition LTE, LG Watch Urbane, LG G Watch R, Polar M600, Casio Smart Outdoor Watch, Nixon Mission, Tag Heuer Connected, ASUS ZenWatch 2, ASUS ZenWatch 3, Fossil Q Wander, Fossil Q Marshal, Fossil Q Founder, Michael Kors Access Bradshaw Smartwatch e Michael Kors Access Dylan Smartwatch.

La novità più interessante fra quelle introdotte da Android Wear 2.0 riguarda le cosiddette applicazioni stand-alone, ovvero la possibilità di installare le app direttamente e completamente all’interno dell’orologio, senza dover per forza di cose passare dallo smartphone.

Confermato inoltre l’arrivo di due smartwatch curati da Google in collaborazione con aziende di terze parti, un po’ come avviene con i telefoni della linea Pixel. Al momento mancano però indicazioni per quanto riguarda le specifiche tecniche e le tempistiche di lancio. Ancora, Casio e ZTE sono tra le altre realtà che hanno in programma il debutto di nuovi orologi basati sulla tecnologia di Android Wear entro il 2017. Sarà dunque un anno importante per l’evoluzione del mercato relativo agli indossabili, un po’ stagnante nella stagione passata e che necessita per forza di cose di un buon livello di innovazione per conquistare l’attenzione (e il portafogli) degli utenti.

Fonte: 9to5Google • Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni