QR code per la pagina originale

Amazon cambia nome alla metropolitana di Londra

Amazon ha voluto reclamizzare il suo nuovo data center a Londra con una speciale campagna di marketing che ha coinvolto i pendolari di Londra.

,

Lo scorso dicembre, Amazon ha lanciato un nuovo data center a Londra per sostenere il suo crescente business di servizi cloud. Nonostante l’importanza della novità, i londinesi non se ne sono accorti e proprio per questo, il gigante dell’ecommerce ha voluto provi rimedio in una maniera estremamente particolare. Per far conoscere ai londinesi la novità e soprattutto per far comprendere loro l’importanza del nuovo data center, Amazon ha voluto “giocare” con i cittadini confondendoli un po’ le idee in maniera molto simpatica.

Nello specifico, Amazon ha voluto spiazzare i pendolari giocherellando con la segnaletica della stazione della metropolitana di Westminster, modificandone il nome che è diventato improvvisamente “Webminster“. Il nuovo riferimento appariva ovunque, dalle mappe nella stazione, siano ai cartelli informativi. In breve, una delle stazioni più importante per i turisti da Westminster si è trasformata in Webminster. I pendolari sono rimasti particolarmente colpiti dalla novità e non hanno da subito ben capito cosa era successo. Le reazioni sono state di tutti i tipi.

C’è chi ci ha creduto e chi, invece, ha pensato che la stazione avesse davvero cambiato nome. In generale, però, c’era molta perplessità su quando accaduto. Alcuni, però, hanno capito subito cosa fosse successo e che si trattava di un’iniziativa legata ad Amazon. Gli indizi, in effetti, c’erano tutti a parire da dei cartellini pubblicitari che reclamizzavano i nuovi servizi cloud del colosso dell’ecommerce.

In realtà non è la prima volta che una società ha acquistato, temporaneamente, una porzione della metropolitana di Londra. Durante la maratona di Londra nel 2015, la stazione di Canada Water è stato brevemente rinominata in Buxton Water.

Trattasi, dunque, di un’iniziativa di marketing sicuramente simpatica anche se forse non proprio originale ma che comunque ha colpito nel segno.

Fonte: The Verge • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni