QR code per la pagina originale

Windows 10 si ripulirà da solo

Microsoft in Windows 10 Creators Update introdurrà uno strumento che eliminerà automaticamente i file inutili.

,

Microsoft, all’interno di Windows 10 Creators Update offrirà un nuovo strumento in grado di liberare spazio utile all’interno del sistema operativo. Come emerso all’interno dell’ultima build 15014 del sistema operativo rilasciata agli iscritti al programma Windows Insider, la casa di Redmond ha inserito un tool in grado di eliminare i file inutili dal sistema operativo. Tale funzionalità è stata chiamata da Microsoft “Storage Sense” ed andrà, sostanzialmente, ad eliminare i file temporanei che non sono più utilizzati ed andrà a ripulire il cestino di Windows ogni 30 giorni.

In questo modo, dovrebbe essere possibile recuperare ciclicamente un po’ di spazio utile sul computer. La “pulizia” del sistema operativo può essere anche forzata manualmente, utile per chi ha urgente bisogno di recuperare spazio prezioso all’interno del disco fisso del computer. Questo strumento chiamato “Storage Sense” è disabilitato di default per ovvie ragioni, tuttavia in caso di necessità potrà essere reso operativo. L’opzione è stata collocata all’interno di Impostazioni->Sistema->Archiviazione. Ovviamente, come già specificato all’inizio, questa funzione si trova solamente all’interno dell’ultima build Insider di Windows 10. Per vederla su tutti i computer gli utenti dovranno aspettare il rilascio di Windows 10 Creators Update previsto per la prossima primavera.

Speciale: Surface Pro 4

Trattasi, dunque, di un’interessante funzione. Windows, infatti, con il tempo tende a riempirsi di file inutili che tendono ad occupare spazio prezioso. Un’opzione automatica di questo tipo permetterebbe di effettuare una rapida manutenzione del sistema operativo senza dover intervenire manualmente.

Trattasi chiaramente di uno strumento particolarmente apprezzato soprattutto da tutti coloro i quali dispongano di PC con dischi fissi di ridotte dimensioni: cancellare file inutili e residui di vecchie installazioni consente di tenere ordinato e performante il proprio device, ottimizzandone la resa e migliorando l’esperienza utente proprio grazie alla nuova funzione del sistema operativo.