QR code per la pagina originale

Facebook testa la pubblicità in Messenger

Facebook ha iniziato a testare la pubblicità all'interno di Messenger che apparirà appena sotto le conversazioni recenti dell'applicazione.

,

Facebook ha iniziato a testare la pubblicità all’interno della sua applicazione mobile Messenger. Trattasi di test limitati ad un ristretto numero di utenti in Australia e Thailandia che consentiranno alle aziende selezionate di iniziare ad inserire i loro annunci all’inizio della schermata principale di Messenger. Questi annunci, contenuti all’interno di alcune card, includono le miniature delle immagini accompagnate da un testo ed un link. Essi appaiono sotto le conversazioni recenti dell’applicazione Messenger. Quello che colpisce, tuttavia, non è la loro presenza ma la loro grandezza che va ad occupare buona parte dell’interfaccia dell’applicazione.

Oggi, Facebook offre già altri modi per le imprese per raggiungere i clienti via Messenger, tra cui gli annunci nel News Feed che consentono agli utenti di avviare una sessione di chat con le aziende oltre che i messaggi sponsorizzati. Messenger oggi ha oltre un miliardo di utenti mensili che possono essere raggiunti attraverso la pubblicità come questa. La società rileva, inoltre, che le persone inviano oltre 1 miliardo di messaggi alle aziende ogni mese, una statistica che mette in evidenza come forse le persone potrebbero essere interessate a visualizzare la pubblicità all’interno di Messenger.

Facebook testa la pubblicità in Messenger

Facebook testa la pubblicità in Messenger (immagine: TechCrunch).

Naturalmente, trattasi di test e quindi Facebook potrebbe cambiare sempre direzione nel caso gli utenti manifestassero dubbi sulla scelta degli annunci in Messenger. Strada che potrebbe cambiare anche se l’interazione con gli annunci posizionati in questa maniera fosse bassa. Annunci che potranno, comunque, essere nascosti dagli utenti.

E’ da tempo che Facebook intende monetizzare Messenger tramite gli annunci ma questa modalità dovrà essere soppesata con attenzione. Messaggi posti in questa maniera potrebbero infastidire gli utenti e far passare per spam le pubblicità. Se ne saprà di più, sicuramente, nel corso dei prossimi mesi quando Facebook avrà testato per bene questa nuova modalità di sponsorizzazione.

Fonte: TechCrunch • Notizie su: , ,