QR code per la pagina originale

La mobilità secondo Ford nello spot del Super Bowl

Lo spot realizzato dall'Ovale Blu per il Super Bowl del 5 febbraio punta lo sguardo verso il futuro della mobilità, proponendo soluzioni innovative.

,

90 secondi per raccontare una visione. Lo spot realizzato da Ford in vista del Super Bowl, che andrà in onda il 5 febbraio appena prima del fischio d’inizio del match che assegnerà il titolo del campionato NFL, non focalizza l’attenzione su un veicolo o un modello in particolare, ma fotografa gli attuali problemi legati alla mobilità (soprattutto in ambito urbano) e getta il cuore oltre l’ostacolo immaginando quelle che potrebbero rappresentare delle soluzioni concrete.

Si parla di ride sharing, di auto elettriche, dell’impiego di biciclette condivise per muoversi agilmente nel cuore delle città e ovviamente di self-driving car. Tutto perfettamente sintetizzato dal motto “Go Further” dell’Ovale Blu, ormai da tempo impegnato nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni ad alto tasso di innovazione.

Lo spot del Super Bowl è divertente e ricorre a metafore azzeccate per rappresentare quelle che sono le difficoltà più comuni per chi si trova oggigiorno al volante: c’è chi resta bloccato in mezzo al traffico e chi invece sospeso a mezz’aria sul sedile di una seggiovia, perdendo tempo anziché godersi il piacere degli sci, c’è chi non riesce ad avviare un motore e chi sembra impossibilitato a raggiungere una palla da basket rimasta incastrata sul bordo del canestro.

Se nella prima metà del filmato Ford racconta le complicazioni della mobilità odierna, nella seconda propone delle soluzioni: l’impiego della tecnologia, innanzitutto, per garantire sicurezza, comfort e benefici collettivi come quelli legati a una riduzione delle emissioni inquinanti.

Puntando il focus sulla guida autonoma, il gruppo di Dearborn mira ad avviare un servizio di ride sharing senza conducente entro il 2021, come ci ha raccontato Don Butler (Executive Director, Connected Vehicle and Services Ford Motor Company) in occasione di un’intervista realizzata nei mesi scorsi a Berlino.

Abbiamo annunciato che nel 2021 produrremo un veicolo a guida autonoma, una sorta di Robotic Taxi Service. Non una vettura che tutti potranno comprare, ma finalizzata ai servizi di trasporto pubblico.

Fonte: HybridCars.com • Notizie su: ,