QR code per la pagina originale

Chrome 57: le Progressive Web Apps su Android

La beta di Chrome 57 per Android migliora la gestione delle cosiddette Progressive Web Apps da parte del browser di Google su smartphone e tablet.

,

La versione 56 di Chrome è appena arrivata su smartphone e tablet, ma il lavoro di Google finalizzato al miglioramento del suo browser mobile non conosce alcuna tregua: debutta infatti oggi su Android la release 57 beta, introducendo alcune interessanti novità, soprattutto per quanto riguarda il supporto alle cosiddette Progressive Web Apps (PWA).

Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di un’iniziativa messa in campo lo scorso anno con l’obiettivo di consentire ai siti di offrire agli utenti funzionalità e modalità di interazione equiparabili a quelle delle applicazioni native, con il vantaggio però di non richiedere alcun download né installazione. Aggiungendo una PWA alla homescreen, ora questa comparirà all’interno dell’app drawer, come chiesto a gran voce dalla community di sviluppatori. Ancora, disporranno di una schermata di informazioni come quella delle app tradizionali, potranno ricevere input per aprire un link specifico e visualizzando informazioni nell’area delle notifiche non saranno più accompagnate dall’icona del browser.

Il gruppo di Mountain View conferma l’intenzione di portare le Progressive Web Apps ad essere compatibili con tutti i browser in esecuzione su Android e non solo con Chrome. A tal proposito, presto saranno pubblicate guide dettagliate rivolte a sviluppatori e webmaster.

Le PWA di Android possono in qualche modo essere paragonate a quelle che Google chiama Instant Apps, di recente entrate in fase di test. In entrambi i casi si tratta di iniziative finalizzate a rendere più semplice, veloce e immediato l’accesso degli utenti a informazioni o funzionalità di ogni tipo, contribuendo ad assottigliare sempre più il divario che separa la fruizione dei contenuti Web da quelli offerti dalle applicazioni e dai software più tradizionali che possono essere scaricati da Play Store.

Fonte: Chromium Blog • Via: 9to5Google • Notizie su: ,