QR code per la pagina originale

Fastweb corre sulla fibra ottica

Fastweb nel 2016 ha ottenuto grandi risultati nella digitalizzazione dell'Italia; 7,5 milioni di famiglie ed imprese sono raggiunte dalla fibra ottica.

,

Fastweb si conferma un’azienda innovatrice che punta a voler digitalizzare il paese portando la banda ultralarga a più cittadini italiani possibili. Nel 2016 Fastweb ha esteso la copertura della propria infrastruttura in fibra a banda ultralarga a 1,2 milioni di famiglie e imprese, raggiungendo un totale di 7,5 milioni di cui 2,2 milioni con tecnologia FttH (Fiber to the Home) e 5,3 milioni con tecnologia FttCab (Fiber to the Cabinet). Inoltre, grazie alla tecnologia Vplus, Fastweb ha raddoppiato la velocità di navigazione fino a 200 Megabit per secondo su tecnologia FttCab, mentre a dicembre ha lanciato connessioni con velocità fino a 1 Giga su tecnologia FttH.

Nel corso dell’anno la Società ha annunciato un’ulteriore espansione del piano ultrabroadband per il 2020 con l’obiettivo di raggiungere 13 milioni di famiglie e imprese in banda ultralarga (circa il 50% della popolazione rispetto al 30% di fine 2016), di cui 8 milioni con tecnologia FttCab e 5 milioni con tecnologia FttH. I 3 milioni di nuovi collegamenti in FttH saranno realizzati da Flash Fiber, la joint venture tra Fastweb e TIM, costituita ad agosto 2016 con l’obiettivo di portare la fibra fino alle abitazioni in 29 città. A fine anno erano già 200 mila le abitazioni raggiunte in fibra da Flash Fiber.

Anche il piano di copertura nazionale del servizio WOW FI, il servizio di offload del traffico dati mobile su WiFi condiviso, è stato completato nel 2016, realizzando la più grande community Wi-Fi in Italia. Il servizio è attivo in 800 città italiane con 1,5 milioni di clienti abilitati.

Per quanto riguarda il servizio Fastweb Mobile, nel corso dell’anno la base clienti è aumentata del 27%. Per rafforzare ulteriormente il proprio posizionamento, la società ha realizzato il passaggio a Full Mobile Virtual Network Operator (Full MVNO) grazie a un accordo con TIM che garantisce maggiore qualità, più ampia copertura di rete e accesso ai servizi 4G. Nel quarto trimestre dell’anno, Fastweb ha iniziato a offrire servizi 4G e 4GPlus e ha avviato la migrazione della customer base.

Inoltre, per offrire ai propri clienti servizi sempre più convergenti estendendo la propria qualità infrastrutturale anche al mobile, Fastweb ha annunciato la realizzazione di una rete 5G-ready basata su small cells che sarà operativa nel 2020 sul 20% del territorio nazionale. Per la realizzazione della rete 5G, Fastweb farà leva sugli asset su cui ha investito in questi anni: la fibra, oltre 20 mila cabinet che saliranno a 50 mila nel 2020 già predisposti a ospitare le small cells e le frequenze 3,5 GHz disponibili grazie a un accordo siglato a dicembre con Tiscali.

Fonte: Fastweb • Notizie su: