QR code per la pagina originale

TIM lancia Kena, MVNO per battere Free Mobile

TIM si appresta a sfidare Free Mobile che Kena; trattasi di un operatore virtuale low cost che offrirà tariffe davvero molto concorrenziali.

,

TIM ha deciso di sfidare apertamente Free Mobile e le sue prossime offerte low cost con Kena, un operatore virtuale di sua proprietà che farà delle tariffe competitive il suo cavallo di battaglia. Kena debutterà la prossima estate, in anticipo rispetto a Free Mobile che originariamente doveva debuttare proprio in quel periodo ma che, adesso, lancerà i suoi servizi di telefonia mobile verso la fine dell’anno. Flavio Cattaneo, amministratore delegato di TIM afferma che tutti i test sono stati conclusi e che sono pronti a partire con questa nuova avventura.

Bocche cucite su tariffe e prezzi ma sicuramente saranno all’insegna del low cost. Probabilmente saranno scorporati alcuni servizi di valore aggiunto e non è detto che l’LTE sia accessibile, il tutto per ridurre i costi finali ma le tariffe saranno tutte altamente convenienti e così non potranno che essere visto che l’obiettivo dichiarato è la concorrenza diretta con Free Mobile che in Francia, sua patria d’origine, si è sempre caratterizzato per tariffe estremamente aggressive tanto da aver rivoluzionato il settore.

I francesi vorrebbero replicare quanto fatto in terra natia anche in Italia sebbene la situazione del mercato sia completamente differente. Ma gli operatori italiani ed in particolare TIM non sembrano voler dare spazio a Free Mobile preparando una controffensiva davvero imponente.

Oltre a TIM con Kena, anche Vodafone sarebbe interessata a rispolverare il loro vecchio brand Tele Tu anche per il mobile.

Free Mobile, dunque, spaventa a dimostrazione della bontà dell’operazione dei francesi. Come evolverà il mercato italiano della telefonia mobile lo si scoprirà nei prossimi mesi ma appare evidente che tra non molto il mercato vedrà l’entrata in scena di nuovi attori che potrebbero cambiare radicalmente il settore.

Commenta e partecipa alle discussioni