QR code per la pagina originale

Apple Store ripara un Mac di 30 anni fa

Un fotografo ha portato un Mac di 30 anni fa in Apple Store, chiedendo venisse riparato: i Genius hanno acconsentito e il computer è stato resuscitato.

,

Non è di certo una sorpresa: Apple può vantare uno dei più alti livelli di soddisfazione dei clienti, grazie anche a un servizio d’assistenza molto attento e affidabile. Eppure nessuno si sarebbe mai atteso che gli esperti targati mela, i famosi Genius a cui gli utenti si rivolgono negli Apple Store, potessero vincere una sfida a tratti impossibile: quella di resuscitare un Mac prodotto 30 anni fa. È quanto accaduto nel Regno Unito, dove un fotografo ha portato nello store tematico un computer prodotto nel 1987, chiedendo che venisse riparato. E gli addetti di Cupertino non hanno battuto ciglio, consegnando dopo poche ore il desktop come nuovo.

La singolare idea è nata a un fotografo di Birmingham, Ewen Rankin, il quale ha deciso di testare simpaticamente le competenze del Genius Bar, portando in Apple Store il suo Mac SE targato 1987. Si tratta di un modello sperimentale, un prototipo prodotto da Apple a scopo di test, poi ottenuto dal fotografo tre decenni fa. Dopo averlo dimenticato per anni presso la sua abitazione, l’uomo ha deciso che i tempi fossero ormai maturi per un revival: anziché lanciarsi nella riparazione domestica, alla ricerca di pezzi di ricambio e tutorial in rete, ha però deciso di coinvolgere la stessa Apple.

Avrei potuto provare da solo, ma ho pensato fosse più divertente sottoporre Apple a un test. Ho voluto verificare se volessero riportare in vita un computer di 30 anni fa: l’hanno fatto.

Il tutto è accaduto presso lo store di Solihull, dove ben cinque Genius si sono messi all’opera per questa sfida impossibile, forse anche solo per curiosità. Dopo molti tentativi, gli esperti sono riusciti a riavviare la macchina con OS 3.3, anche se alcune parti del Mac non sono state riparate: il mouse non è più funzionante, sebbene il sistema operativo possa essere gestito anche da tastiera, mentre il disco fisso interno da 20 MB è risultato purtroppo irrecuperabile. Pare che in questi prototipi Apple abbia incluso un hard disk Sony, incline dopo qualche anno alla rottura: le testine di lettura, infatti, rimangono bloccate al centro del disco. La società ha poi sostituito, nella versione definitiva, i dischi fissi difettosi con soluzioni da 40 MB.

Il team dell’Apple Store del Touchwood Centre di Solihull è stato incredibile, nonostante questo Mac fosse più vecchio di alcuni di loro. È stato un grande punto d’incontro e ha generato molto interesse, con molte persone che hanno voluto fotografare la macchina o scattare un selfie con me. È stato un giorno fantastico. Ben fatto, Apple.

Fonte: AppleWorld • Via: Daily Mail • Immagine: Pio3 via Shutterstock • Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni