QR code per la pagina originale

Qualcomm porta il 5G al MWC

Qualcomm vuole essere protagonista della rivoluzione 5G ed al MWC 2017 porterà alcune novità in ambito Snapdragon, IoT e 5G.

,

Qualcomm vuole essere protagonista della rivoluzione 5G. Proprio per questo, tra pochi giorni al Mobile World Congress 2017 di Barcellona, l’azienda mostrerà alcune novità che enfatizzeranno i suoi continui progressi in ambito Snapdragon, IoT e 5G. A dimostrazione della sua leadership nel settore delle reti mobile, Qualcomm, ha anniunciato Snapdragon X20, il primo modem LTE in grado di supportare connessioni LTE (cat. 18) con velocità di download fino a 1,2 Gbps, aprendo la strada al 5G. Inoltre, Snapdragon X20 sfrutta il processo di ultima generazione a 10nm FinFET.

Qualcomm ha, anche, svelato la sua prima connessione 5G basata su New Radio in 3GPP, che dovrebbe diventare lo standard 5G globale. La connessione, realizzata a partire dal prototipo 5G NR con banda sub-6 GHz in grado di operare a banda di frequenza da 3.3 GHz a 5.0 GHz, dimostra come le avanzate tecnologie 5G NR possono essere sfruttate per raggiungere in modo efficiente data rate a multi-gigabit-per-secondo con latenza inferiore rispetto all’attuale rete 4G LTE. Inoltre, Qualcomm ha introdotto una suite completa di soluzioni RF front-end (RFFE) diventando il primo fornitore di tecnologia mobile a sviluppare e commercializzare una piattaforma completa che include modem digitale e antenna integrata.

L’azienda ha, anche, svelato due nuovi SoC (System-on-Chip) tri-mode, il QCA4020 e il QCA4024. Entrambi offrono funzionalità avanzate dalla piattaforma Qualcomm Network IoT Connectivity, tra cui la coesistenza senza soluzione di continuità attraverso le tecnologie con supporto pre-integrato per HomeKit e le specifiche di Open Connectivity Foundation (OCF), oltre al supporto per l’AWS IoT software development kit (SDK) e il Microsoft Azure Internet-of-Things (IoT) Devices SDK per connettersi all’hub IoT di Azure.

Infine, Qualcomm prevede di aggiungere il supporto al sistema operativo Android Things nei processori Qualcomm Snapdragon 210 con modem X5 LTE. Progettato da Android per dispositivi IoT, il sistema operativo Android Things verrà supportato da processori Snapdragon, i primi SoC (System-on-Chip) commerciali in grado di offrire connessione 4G LTE integrata per supportare questo OS.