QR code per la pagina originale

Microsoft, mixed reality nel 2018 su Xbox

Microsoft ha annunciato il primo kit per sviluppatori per la mixed reality sottolineando che questa tecnologia arriverà su tutte le sue console Xbox.

,

Durante il Game Developers Conference, Microsoft ha fatto un importante annuncio. La casa di Redmond, infatti, ha sottolineato che inizierà a spedire i primi kit sviluppatore per la mixed reality a partire da questa settimana. L’annuncio segue a quello fatto lo scorso ottobre quando Microsoft svelò una serie di visori per la realtà virtuale che sarebbero stati realizzati e venduti dai suoi partner. Questo primo kit sarà sviluppato da Acer e disporrà delle seguenti specifiche tecniche:

  • Due schermi a cristalli liquidi ad alta risoluzione (1440 x 1440 pixel)
  • Frequenza di aggiornamento del display fino a 90 Hz
  • Jack da 3,5 mm per microfono ed uscita audio
  • HDMI 2.0 e USB 3.0

Ma l’annuncio più importante non è strettamente legato alla disponibilità di questo primo kit di sviluppo con cui le software house potranno iniziare a realizzare le loro prime applicazioni legate alla mixed reality. Microsoft, infatti, ha sottolineato che la famiglia di console Xbox tra cui la futura Scorpio, riceverà il supporto alla mixed reality a partire dal 2018. La nuova console della casa di Redmond è attesa al lancio entro la fine dell’anno e dunque appare evidente, alla luce di quanto detto, che il supporto alla mixed reality arriverà in un secondo momento attraverso un aggiornamento software. Ma la cosa ancora più importante è che la mixed reality non sarà un’esclusiva di Xbox Scorpio perché tale tecnologia sarà accessibile anche alle altre console Xbox One.

Per quanto riguarda il kit di sviluppo di Acer, gli sviluppatori potranno iniziare a richiedere e prenotare il kit per muovere i primi passi in questo affascinante mondo che fonde la realtà virtuale con la realtà aumentata. Rispetto alla realtà aumentata e alla realtà virtuale, la mixed reality offre maggiori possibilità d’utilizzo in più ambiti che vanno dal gaming alla produttività. I prossimi anni, per Microsoft, su questo fronte, saranno piuttosto eccitanti.