QR code per la pagina originale

MSC for Me, la crociera diventa hi-tech

Un programma di innovazione digitale sviluppato dal colosso delle crociere in partnership con Deloitte Digital, Hewlett-Packard Enterprise e Samsung.

,

MSC Crociere ha scelto la fiera ITB in scena a Berlino per annunciare il programma MSC for Me. Si tratta di un’iniziativa messa in campo grazie alla partnership con Deloitte Digital, Hewlett-Packard Enterprise, Samsung, Accenture, Kodak, Bell e Bosch. Una sinergia che porterà tecnologie avanzate a bordo dell’intera flotta: sia per le dodici già in mare che sulle undici di nuova generazione che saranno varate nei prossimi anni, a partire dalla MSC Meraviglia che entrerà in servizio nel mese di giugno.

L’obiettivo è quello di porre il cliente al centro di tutto, offrendogli un’esperienza di viaggio caratterizzata dal massimo del comfort. Focalizzando l’attenzione su Meraviglia, a bordo saranno integrati 16.000 punti di connettività, 358 schermi informativi e interattivi, nonché 2.244 cabine dotate di sistemi RFID e NFC. A novembre toccherà poi a MSC Seaside.

L’intero processo di sviluppo è stato supervisionato da Pierfrancesco Vago, Executive Chairman del gruppo, arrivando a offrire più di 130 funzioni smart. Tra queste un’applicazione che permetterà agli ospiti di personalizzare la propria vacanza in qualsiasi momento, offrendo la prenotazione di escursioni e ristoranti, le attività da svolgere durante le pause e altro ancora. Queste le parole di Vago.

Sin dall’inizio l’innovazione è stata al centro dello sviluppo di MSC Crociere. Ogni volta che presentiamo al mercato una nuova classe di navi, sviluppiamo anche un nuovo prototipo: in questo modo possiamo anche rispondere alle nuove esigenze dei nostri ospiti. Questo approccio distintivo ci ha consentito di crescere dell’800% in dieci anni dal nostro ingresso nel mercato della crocieristica.

Il programma è dunque finalizzato a rendere la crociera un’esperienza personalizzata, su misura in base ai gusti e alle preferenze di ogni ospite, puntando a soddisfare ogni esigenza ricorrendo all’impiego della tecnologia. Così Vago sottolinea l’impegno del gruppo per gli sviluppi futuri.

Il nostro piano industriale ha una portata economica e temporale senza precedenti in questo settore. Ciò dimostra che non stiamo pianificando la costruzione di navi e di esperienze per i nostri clienti solo nel breve periodo, ma stiamo già pensando anche a coloro che saliranno a bordo nel 2030 e oltre. La tecnologia al servizio dell’esperienza degli ospiti sta avanzando a ritmi sostenuti ed è per questo che abbiamo già investito 20 milioni di euro soltanto per sviluppare, a bordo delle prossime due navi in arrivo, tecnologie e infrastrutture in grado di rispondere alle esigenze dei nostri ospiti anche per gli anni a venire.

Come detto in apertura, è stato possibile dar vita all’iniziativa MSC for Me grazie a una serie di partnership con realtà operanti negli ambiti più svariati legati alla tecnologia. Luca Pronzati, Chief Innovation Officer di MSC Cruises, illustra questo tipo di visione, paragonando le navi a delle smart city in viaggio sul mare.

Questo viaggio è iniziato tre anni fa e oggi mancano meno di 90 giorni per poter sperimentare una nuova esperienza di crociera. Assieme ad oltre undici dei principali esperti mondiali di digital, tecnologia e scienza comportamentale, tra cui Deloitte Digital, Hewlett Packard Enterprise e Samsung, porteremo a bordo delle nostre navi alcune delle loro più recenti soluzioni e tecnologie. Sarà proprio sulle nostre navi che queste tecnologie saranno rese disponibili per la prima volta in assoluto per il settore crocieristico. Si tratta di navi simili a smart city, in più con la complessità di trovarsi sul mare, a dimostrazione dell’attenzione di MSC Crociere per l’innovazione di oggi e per gli anni a venire, con l’obiettivo di fare delle nostre navi una destinazione di vacanza in sé.

Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni