QR code per la pagina originale

Gmail, arrivano gli add-on

Nella cornice dell'evento Cloud Next '17 di San Francisco, Google annuncia l'arrivo del supporto agli add-on per il servizio di posta elettronica Gmail.

,

La seconda giornata dell’evento Cloud Next ’17 di Google, in scena a San Francisco, non è stata avara di annunci e novità. Oltre allo split di Hangouts nelle nuove applicazioni Meet e Chat rivolte principalmente ai professionisti (rispettivamente per videoconferenze e messaggistica istantanea), il gruppo di Mountain View ha svelato l’arrivo del supporto ufficiale agli add-on per la casella di posta elettronica Gmail, che renderà il servizio ancora più versatile e personalizzabile.

Fino ad oggi, le componenti aggiuntive dedicate a Gmail potevano essere installate solamente scaricando un’estensione per il browser, ma bigG ha intenzione di cambiare questa dinamica, anche per garantire un più elevato livello di sicurezza. L’iniziativa andrà a interessare sia la versione della piattaforma accessibile da computer desktop (e laptop) che da dispositivi mobile, tramite l’applicazione ufficiale per smartphone e tablet con sistema operativo Android e iOS. Gli add-on potranno essere distribuiti attraverso il G Suite Marketplace.

Al momento non sono state annunciate le tempistiche per il rilascio, ma Google ha dichiarato che alcune aziende sono già al lavoro per realizzarne di proprie: tra queste figurano nomi come Intuit, Salesforce e ProsperWorks. Di seguito un esempio del funzionamento, che mostra come sarà possibile compilare e inviare una fattura senza lasciare l’interfaccia del client.

Un esempio di ciò che sarà possibile fare con gli add-on per Gmail, annunciato oggi da Google in occasione dell'evento Cloud Next '17

Un esempio di ciò che sarà possibile fare con gli add-on per Gmail, annunciato oggi da Google in occasione dell’evento Cloud Next ’17

Gli sviluppatori intenzionati a realizzare add-on da destinare a Gmail possono fin da subito manifestare il loro interesse compilando un modulo presente sul sito ufficiale, così da entrare in contatto direttamente con il team al lavoro sul servizio di posta elettronica. Va precisato che la funzionalità verrà messa a disposizione in un primo momento esclusivamente agli utenti business del programma G Suite, ma non è da escludere la possibilità che successivamente venga estesa a tutti.

Immagine: I AM NIKOM / Shutterstock.com • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni