QR code per la pagina originale

Opera Mini semplifica il download dei file

La nuova versione di Opera Mini per Android cerca i link dei contenuti all'interno delle pagine web e visualizza un elenco con i link per il download.

,

La software house norvegese ha annunciato l’arrivo di numerose funzionalità per Opera Mini, il browser per Android molto apprezzato dagli utenti che vogliono un’alternativa “più leggera” di Chrome. Tra le novità, incluse nella versione pubblicata sul Google Play Store, ci sono una nuova modalità per il download dei file e la barra delle notifiche per Facebook. Al browser desktop è stato invece aggiunto il supporto per la Touch Bar del MacBook Pro.

La funzionalità è praticamente un “download helper“, disponibili solitamente come estensioni o applicazioni separate su desktop. Dato che i siti gratuiti nascondono i contenuti dietro una valanga di banner pubblicitari, Opera Mini velocizza la ricerca dei link effettuando la scansione automatica del sito, quando l’utente attiva la modalità di risparmio dati Extreme. Al termine dell’operazione, il browser mostrerà i contenuti multimediali che possono essere scaricati all’interno di un menu a discesa.

Per adesso la funzionalità può essere utilizzata solo su pochi siti web (Facebook, Pagalworld, Tubidy e DJPunjab), ma la software house promette di aggiungere il supporto per altri siti, in base alla loro popolarità tra gli utenti che usano Opera Mini. Dopo aver attivato la modalità Extreme, il browser mostrerà una nuova icona alla sinistra della barra degli indirizzi. Basta un tocco sull’icona per visualizzare l’elenco dei link.

La seconda novità evita invece di installare l’app Facebook per Android, notoriamente avida di risorse. Se l’utente effettua il login al social network, Opera Mini visualizza, nella parte superiore dello schermo, una barra con le notifiche per menzioni, messaggi diretti, richieste di amicizia e altre attività.

Opera Mini - Facebook

Opera 44 per desktop supporta invece la Touch Bar del MacBook Pro. Gli utenti possono usare il tocco delle dita per ritornare alla pagina precedente, navigare nella schermata Speed Dials e passare da una scheda all’altra, ognuna delle quali facilmente identificabile tramite il colore principale del sito web.

Schede di Opera 44 nella Touch Bar del MacBook Pro.

Fonte: Opera • Notizie su: