QR code per la pagina originale

Facebook sperimenta un News Feed alternativo

Facebook ha iniziato a testare un News Feed alternativo che dovrebbe presentare contenuti extra che potrebbero piacere agli iscritti.

,

Facebook continua a portare nuove funzionalità all’interno del social network per offrire ai suoi utenti sempre qualcosa di nuovo in grado di migliorare l’esperienza d’uso della piattaforma. Se il lancio di Facebook Stories di alcuni giorni fa poteva rappresentare una grande svolta per la piattaforma, adesso alcuni utenti hanno iniziato a notare la comparsa di un’icona a forma di razzo vicino al News Feed del tutto inedita e misteriosa.

Il pulsante può essere sia nella parte superiore dello schermo che in quella inferiore, a seconda che l’utente sia su iOS o su Android. L’icona a razzo permette di accedere solo all’ultimo degli esperimenti in corso di Facebook nel presentare un News Feed alternativo per gli utenti, nello specifico un News Feed costituito da messaggi, articoli, foto e video provenienti da fonti che non si seguono, come le Pagine di Facebook o messaggi degli editori o dei media. Tutti i contenuti proposti da questo News Feed alternativo provengono da Pagine simili a quelle che piacciono all’iscritto, così come quelle che sono popolari tra gli amici come, per esempio, un filmato che molti utenti stanno guardando. In realtà, Facebook da tempo sta testando un News Feed alternativo ma le prime informazioni che apparvero all’epoca mostravano l’utilizzo di una diversa icona.

I test sembrerebbero in corso sia su iOS che su Android, mentre in precedenza erano stati limitati all’app beta per Android. Difficile capire quando effettivamente questa funzionalità potrebbe arrivare ufficialmente per tutti. Il dato oggettivo è che il social network sta lavorando molto per portare agli utenti i migliori contenuti che potrebbero interessare loro.

Del resto, l’algoritmo del News Feed è stato modificato più volte proprio per aiutare gli iscritti a trovare cosa davvero piace a loro. Ma forse questo non basta più e Facebook ha deciso di introdurre una soluzione ulteriore.

Fonte: TechCrunch • Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni