QR code per la pagina originale

Nuovi iMac: 64 GB di RAM e realtà virtuale?

Apple al lavoro per il rilascio, entro fine anno, di iMac professionali: tra le indiscrezioni, spiccano RAM a 64 GB e supporto alla realtà aumentata.

,

Nuovi iMac giungeranno nelle mani dei consumatori entro la fine dell’anno: la conferma è giunta dalla stessa Apple pochi giorni fa, in concomitanza con il lancio dei rinnovati Mac Pro. Sebbene l’azienda di Cupertino non abbia svelato nessun dettaglio sugli inediti desktop all-in-one, alcune indiscrezioni sono giunte dal blog Pike’s Universum: in particolare, si apprende della possibile estensione della RAM fino a 64 GB, nonché un pieno supporto alla realtà virtuale.

La fonte di queste indiscrezioni non è stata rivelata dal blog, ma si parla di un “uccellino solitamente molto affidabile”, forse qualcuno vicino a Cupertino e informato sui piani del gruppo californiano. I nuovi iMac dovrebbero giungere in ottobre, anche se un’anteprima alla WWDC di giugno pare non sia totalmente esclusa, e pare siano stati ideati per garantire una performance decisamente più elevata rispetto alle precedenti generazioni.

Innanzitutto, sembra che a livello di processore Apple abbia deciso di optare per gli Intel Xeon E3-1285 v6, un chip non ancora rilasciato ufficialmente da Intel ma versione aggiornata del precedente Intel Xeon E3-1285, comprensivo di GPU integrata Intel HD Graphics P630. Considerato come la società abbia espresso, proprio parlando dei futuri Mac Pro modulari, un certo interesse per la realtà virtuale, il desktop non si accontenterà di una soluzione grafica integrata, bensì vedrà anche una GPU AMD di alto livello. Il modello prescelto non è al momento noto, ma non si esclude che il gruppo di Cupertino stia proprio lavorando in concerto con AMD per realizzarne una versione specifica high-end.

Non è però tutto, poiché vi saranno anche dei cambiamenti sul fronte della RAM. Verranno dismessi gli iMac con solo 8 GB di RAM, per un valore minimo di 16, mentre il massimo sarà esteso dagli attuali 32 ai 64 totali. Nel mentre, sembra la Mela abbia scelto dello storage flash NVM Express fino a 2TB, anche in configurazione solo SSD, pensionando quindi il ricorso a Fusion Drive. Naturalmente, il modello sarà equipaggiato con porte Thunderbolt 3 e USB-C, mentre pare la tastiera non verrà distribuita con una Touch Bar.

Contestualmente, il blog rende noto come Apple sia anche al lavoro su un ThunderBolt Display da 8K, destinato ai professionisti dell’immagine, “completamente rivisto” rispetto alle precedenti versioni. Non resta che attendere l’autunno, di conseguenza, per scoprire quali di queste anticipazioni si rivelerà consistente.

Fonte: Pike's Universum • Immagine: Pixabay • Notizie su: , ,