QR code per la pagina originale

Attentati Stoccolma: ucciso un dirigente Spotify

Chris Bevington, da cinque anni nel team di Spotify, è una delle vittime dell'attentato terroristico che nella giornata di venerdì ha colpito Stoccolma.

,

Sono quattro le vittime (oltre a 15 feriti) dell’attacco terroristico che lo scorso venerdì ha colpito il cuore di Stoccolma. Tra loro anche Chris Bevington, dirigente di Spotify, che si trovava nell’area commerciale della capitale svedese colpita da un camion guidato a tutta velocità sulla folla.

A comunicarlo è stato direttamente Daniel Ek, numero uno della piattaforma di streaming, attraverso un post condiviso sul proprio profilo Facebook. Bevington, 41enne di origini britanniche, era da ormai cinque anni impiegato nel quartier generale di Spotify situato proprio a Stoccolma. Padre di due bambini, ricopriva la carica di Director of Global Partnerships and Business Development, dunque con tutta probabilità ha avuto un ruolo importante nel raggiungimento dei nuovi accordi con le major discografiche. Nell’apertura del suo intervento sulle pagine del social network, il CEO del servizio si dice profondamente colpito da quanto accaduto.

Sono scioccato e molto dispiaciuto di poter confermare che Chris Bevington del nostro team Spotify ha perso la vita negli attacchi di venerdì a Stoccolma.

Il principale sospettato dell’attacco è un uomo di 39 anni proveniente dall’Uzbekistan, che in passato ha mostrato pubblicamente simpatie per i movimenti jihadisti. Così prosegue il post di Ek.

Chris ha fatto parte della nostra squadra per più di cinque anni. Ha avuto un grande impatto non solo sul nostro business, ma anche su tutti coloro che hanno avuto il privilegio di lavorare con lui. Non ci sono parole per descrivere quanto ci mancherà e quanto sia triste averlo perso in questo modo.

La Svezia ha risposto all’attacco manifestando pacificamente, con oltre 20.000 persone che nel corso del weekend si sono riunite nella piazza di Sergels Torg, nel cuore di Stoccolma, per partecipare alla veglia Lovefest. Un’iniziativa, secondo il CEO di Spotify, in perfetta sintonia con il pensiero di Bevington.