QR code per la pagina originale

Moto Z2, smartphone modulare con dual camera?

Motorola annuncerà a breve i nuovi Moto Z2 e Moto Z2 Force che dovrebbero integrare un processore Snapdragon 835 e una doppia fotocamera posteriore.

,

Per Motorola si prevedono mesi molto intensi con diversi annunci che potrebbero anche creare qualche confusione tra gli utenti. Oltre alla quarta generazione dei Moto E e alla nuova serie Moto C, il produttore statunitense dovrebbe annunciare almeno due smartphone di fascia alta, ovvero Moto Z2 e Moto Z2 Force. Di quest’ultimo è apparso online un press render che svela la presenza di una doppia fotocamera posteriore.

L’immagine pubblicata su Twitter è piuttosto sfocata e potrebbe essere anche un fake. Il design del Moto Z2 Force è praticamente identico a quello del primo modello. Sulla parte frontale si nota però la maggiore dimensione del lettore di impronte digitali, come sul recente Moto G5. Sul retro si vedono i 16 contatti magnetici che permettono di collegare i Moto Mods, accessori che aggiungono specifiche funzionalità. Motorola ha promesso di mantenere la compatibilità con i “moduli” già in commercio. La principale novità è la doppia fotocamera posteriore, di cui non si conosce però la risoluzione.

Moto Z2 Force press render

La versione Force del Moto Z2 avrà sicuramente un vetro frontale più resistente agli urti e alle cadute (ShutterShield) e probabilmente una batteria di maggiore capacità. Per quanto riguarda la dotazione hardware, i Moto Z2 dovrebbero integrare un processore Snapdragon 835 e almeno 4 GB di RAM. La diagonale dello schermo potrebbe aumentare di poco, mentre la risoluzione non verrà sicuramente incrementata. Gli attuali Moto Z e Moto Z Force hanno un display Quad HD (2560×1440 pixel) da 5,5 pollici.

Galleria di immagini: Motorola Moto Z e Moto Z Force

Il sistema operativo sarà sicuramente Android 7.1 Nougat, in versione quasi stock, dato che Motorola non apporta grandi modifiche rispetto alla versione originale. Ulteriori informazioni verranno divulgate nelle prossime settimane.

Commenta e partecipa alle discussioni