QR code per la pagina originale

Le Live Photos di Apple sbarcano sul Web

Apple lancia le API in Javascript per portare le Live Photos, lanciate con iPhone 6S e iPhone 6S Plus, anche sul web tramite la finestra del browser.

,

Le Live Photos di Apple saranno presto disponibili a tutti, anche agli utenti non in possesso di un dispositivo targato mela morsicata, per la visualizzazione nelle finestre del browser. A seguito dell’implementazione del sistema sulla piattaforma Tumblr, infatti, Apple ha reso nota la disponibilità di specifiche API, affinché qualsiasi sviluppatore possa implementare la tecnologia sul proprio sito web.

La tecnologia Live Photos è stata introdotta da Apple in concomitanza con il lancio di iPhone 6S e iPhone 6S Plus. Si tratta di immagini fotografiche che, alla pressione delle dita sullo schermo, sono in grado di riprodurre dei brevi filmati, del girato di qualche secondo antecedente o successivo allo scatto stesso. Quando la funzione è attivata su iOS, la fotocamera degli smartphone cattura automaticamente gli attimi contigui alla fotografia, incorporandoli nella stessa.

Per diverso tempo le Live Photos sono risultate compatibili unicamente con iOS e macOS: in altre parole, per poter accedere al breve video, si rendeva necessario il possesso di un prodotto targato mela morsicata. Qualche mese fa Tumblr ha deciso di implementare la funzione, tramite un sistema proprietario, per permettere ai navigatori di ammirare il breve girato semplicemente mantenendo premute le dita sull’area occupata dallo scatto. Da qualche ora, invece, Apple ha annunciato il supporto ufficiale per qualsiasi tipo di sito web, tramite l’implementazione di un’apposita API.

Costruita su base JavaScript, la LivePhotoKit JS API permette di incorporare la tecnologia di Apple su qualsiasi pagina web. Il kit è disponibile sulla piattaforma di Cupertino dedicata agli sviluppatori ed è immediatamente scaricabile, anche se probabilmente passerà del tempo prima che venga largamente diffuso a livello browser. Il sistema, tramite il click o la pressione prolungata sullo schermo, abilita un player per la riproduzione del filmato associato, mentre le modalità di riproduzione, automatica o manuale, possono essere impostate dallo sviluppatore secondo le proprie esigenze.

Fonte: Apple • Via: 9to5Mac • Immagine: BlurryMe via Shutterstock • Notizie su: , ,